TiscaliTiscali FissoRimodulazioni Tariffarie

Tiscali sospende l’ultima modifica delle condizioni di contratto: si torna alle precedenti

Tiscali ha annunciato ufficialmente la sospensione della sua manovra di modifica delle condizioni generali di contratto comunicata a partire da Febbraio 2021, sia per i clienti privati che per i clienti business.

La modifica unilaterale aveva interessato, nello specifico, clienti privati e business per il servizio fisso e clienti business per il servizio mobile e consisteva in una modifica delle condizioni generali di contratto.

La modifica sospesa da Tiscali

Nello specifico, per quanto riguardava i clienti Tiscali di rete fissa consumer, venivano introdotte delle modifiche ai seguenti articoli nelle Condizioni Generali di Contratto: 5. Corrispettivi e modalità di pagamento; 7. Modalità di fornitura del Servizio, malfunzionamenti e reclami; 9. Vicende relative al Contratto e disciplina del rapporto.

Per quanto riguardava invece i clienti Tiscali del segmento Business, sia di rete fissa che di rete mobile, le modifiche alle Condizioni Generali di Contratto comprendevano i seguenti articoli: 2. Conclusione del Contratto ed erogazione del Servizio; 4. Corrispettivi e modalità di pagamento; 6. Modifiche delle Condizioni di Contratto – Comunicazioni tra le parti; 7 Durata – Recesso; 8. Utilizzo del Servizio e Sospensione; 10 Modalità di fornitura del Servizio, malfunzionamenti e reclami; 12. Servizi di Roaming.

Adesso, Tiscali ha annunciato la sospensione di tali modifiche unilaterali con la seguente comunicazione presente nell’area dedicata del suo sito ufficiale:

“A tutti i clienti interessati dalle comunicazioni di variazione delle CGDC, si comunica che la manovra è sospesa, pertanto riprendono efficacia le precedenti Condizioni Generali di Contratto disponibili per il segmento B2C (Clienti Privati) e quelle per il segmento B2B (Clienti Business)”.

Come reso noto dall’operatore, riprenderà dunque l’efficacia delle precedenti Condizioni Generali di Contratto per tutti i clienti interessati dalla comunicazione di variazione.

Il punto 5 delle Condizioni di Contratto per clienti Privati

Per quanto concerne le condizioni di contratto per i clienti privati, il punto 5 che ha subito alcune modifiche è intitolato Corrispettivi e Modalità di Pagamento.

Con il ritorno alle precedenti Condizioni di Contratto, la prima parte dell’articolo prevede che il cliente si obblighi a corrispondere a Tiscali quanto previsto dalla sua offerta commerciale, compresi i contributi una tantum per l’attivazione del servizio o l’installazione di apparati, canoni o corrispettivi per i dispositivi hardware e software.

Il secondo punto stabilisce invece che qualora per l’attivazione del servizio fosse necessaria la verifica della idoneità della linea o altri interventi tecnici, quali l’installazione presso la sede del cliente di un apparato fornito da Tiscali, i relativi costi di intervento o di installazione saranno interamente sostenuti dal cliente secondo le condizioni economiche praticate da Tiscali o da chi effettua l’intervento.

Il terzo punto stabilisce che in caso di parziale o mancato pagamento, Tiscali addebiterà gli interessi di mora nella misura pari al tasso legale aumentato di 5 punti percentuali e che avrà facoltà di sospendere l’erogazione del servizio decorso inutilmente il termine di 7 giorni dal ricevimento della diffida scritta di pagamento.

Nelle condizioni precedentemente entrate in vigore e adesso sospese, era stato invece esteso da 7 a 40 giorni, a partire dal ricevimento di apposita diffida scritta di pagamento, il periodo al termine entro il quale l’operatore si riservava di sospendere il servizio.

Inoltre, l’operatore aveva aggiunto che nel caso in cui il cliente provvedeva al pagamento degli importi dovuti successivamente alla sospensione del servizio, “Tiscali si riserva il diritto di richiedere il pagamento di un contributo di riattivazione a ristoro dei costi sostenuti, nella misura indicata tempo per tempo nella Carta dei Servizi”.

Infine, il punto 5.4 stabilisce che Tiscali possa richiedere al Cliente un importo, a titolo di anticipo sul consumo, pari al valore economico del corrispettivo a consumo che il cliente presume di effettuare bimestralmente e il punto 5.5 prevede che, se il cliente usufruisce di determinate promozioni, Tiscali possa richiedere il rimborso degli sconti usufruiti in caso di recesso entro un determinato termine.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Tiscali UltraInternet Voucher bonus 500 euro

Punto 7 delle Condizioni di Contratto nuovamente in vigore

Il punto 7 è invece intitolato Modalità di Fornitura del Servizio, Malfunzionamenti e Reclami e prevede innanzitutto che Tiscali si impegna a fornire il Servizio nel rispetto di quanto stabilito nella Carta dei Servizi, sospendendone l’erogazione, con esclusione di ogni responsabilità, in caso di guasti, modifiche o manutenzioni straordinarie o per altre cause di forza maggiore. Le interruzioni ordinarie vengono invece comunicate con almeno 48 ore di anticipo.

I reclami del cliente per il mancato rispetto dei livelli di qualità dovranno essere invece presentati entro 3 mesi oppure, nel caso del reclamo relativo a una fattura, entro 60 giorni dalla scadenza della stessa.

Il punto 7.3 stabilisce inoltre che Tiscali non può essere ritenuta responsabile in caso di malfunzionamenti e interruzioni del servizio o limitazioni dell’ampiezza di banda dovute a cause non imputabili all’operatore. Inoltre, in caso di interruzione del servizio per causa di forza maggiore per una durata superiore a 3 mesi, ciascuna parte sarà libera di recedere dal contratto con comunicazione scritta da inviarsi con raccomandata almeno 15 giorni prima della data di efficacia del recesso.

Infine, Tiscali declina nel punto 7.5 ogni responsabilità relativa agli apparati di rete forniti, comunque coperti da garanzia del produttore.

Il punto 9: Disciplina del Rapporto

Infine, il punto 9 è chiamato Vicende Relative al Contratto e Disciplina del Rapporto e prevede tre sottopunti. Nel primo, punto, Tiscali stabilisce di poter modificare in qualsiasi momento il Contratto per sopravvenute esigenze tecniche, economiche ed organizzative di carattere generale, o per mutamento della disciplina regolamentare o normativa, dandone, con qualsiasi mezzo e anche tramite rimando ad apposita pagina web, comunicazione per iscritto al cliente con 30 giorni di preavviso. In caso di modifiche peggiorative, il cliente potrà, entro 30 giorni dalla comunicazione di cui sopra, recedere dal contratto con le modalità previste nella Carta dei Servizi; decorso tale termine senza che il Cliente abbia esercitato il diritto di recesso, le variazioni si intenderanno accettate dal Cliente.

Il punto 9.2 stabilisce invece che il cliente non possa cedere a terzi il contratto e il 9.3 che per tutto ciò non previsto dal contratto si applicano le disposizioni del Codice Civile relative al contratto di somministrazione.

Quanto fin qui riportato rappresenta un sunto dei singoli punti delle Condizioni di Contratto inizialmente modificate e adesso nuovamente applicate, per i clienti consumer di rete fissa. Le modifiche alle condizioni di contratto comunicate da Febbraio 2021 sono infatti sostituite dal documento precedentemente in vigore.

Si ringrazia Andrea per la segnalazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button