PosteMobileServizi

Servizi VAS: PosteMobile si adegua alla delibera AGCOM sul barring di default

Anche l’operatore PosteMobile di PostePay S.p.A., del Gruppo Poste Italiane, si adeguerà alla delibera AGCOM numero 10/21/CONS sul blocco automatico dei servizi a sovrapprezzo, i cosiddetti servizi VAS.

La delibera in questione stabiliva nuove misure a tutela dei clienti per tali servizi a pagamento offerti da terze parti tramite SMS e connessione dati, che offrono ad esempio oroscopi, giochi, video e musica in streaming, notizie, previsioni meteo, suonerie o altri servizi tramite pagamento una tantum o con un abbonamento periodico.

Secondo quanto deciso dall’AGCOM in seguito alla consultazione pubblica, è adesso previsto un blocco automatico dei servizi premium in abbonamento sia per le nuove SIM che per tutte quelle già attive, per tutti i servizi che prevedono l’erogazione di contenuti digitali forniti sia tramite SMS ed MMS (su decade 4) che tramite connessione dati su reti mobili, con alcune eccezioni.

Alcuni servizi come quelli di televoto, donazioni solidali e mobile ticketing sono esclusi dal blocco e per l’attivazione è previsto un sistema di One Time Password (OTP) di almeno cinque cifre, che il cliente dovrà inserire manualmente nella landing page per dare prova del suo consenso esplicito.

Con una più recente delibera, l’AGCOM ha poi esteso i termini per l’entrata in vigore del blocco automatico, passati da 45 giorni dalla pubblicazione della numero 10/21/CONS (5 Febbraio 2021) a 120 giorni, esattamente come per l’applicazione del sistema di attivazione con OTP.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

PosteMobile

PosteMobile si adegua alla delibera AGCOM

PosteMobile aveva partecipato alla consultazione pubblica definendosi d’accordo con il blocco di default per tutti i servizi, suggerendo però la possibilità di prevedere una sola procedura di attivazione e disattivazione del blocco, lasciando all’autonomia dei gestori la scelta di metterne altri a disposizione.

Adesso, nella sezione Per il Consumatore del sito ufficiale di PosteMobile, dedicata ai clienti di rete mobile, la scheda relativa ai servizi VAS presenta un aggiornamento che mostra l’ottemperanza dell’operatore di PostePay alla delibera AGCOM 10/21/CONS.

Infatti, come riportato, PosteMobile consentirà a tutti i clienti di accedere sin dal momento dell’attivazione della SIM solo a determinati servizi a sovrapprezzo, vale a dire quelli non oggetto di barring secondo l’Autorità: SMS bancari e infobanking, SMS per il televoto, acquisto one shot di contenuti digitali (loghi, suonerie, video, ecc.) e servizi informativi o di intrattenimento SMS/MMS, servizi a tecnologia vocale (servizi premium attivabili via SMS/online, chiamate verso numeri 892, 894, 895, 899 e 893 per servizi a sovrapprezzo, servizi a valore aggiunto, chiamate voce verso direttrici internazionali per SIM post-pagate), donazioni via SMS o telefono a favore di enti solidali o di partiti politici.

Ad eccezione di questi servizi, per tutti i servizi VAS in abbonamento è previsto invece un blocco di default a partire dal 21 Aprile 2021, salvo cambiamenti.

A tal proposito, si evidenzia che, come riportato nella pagina in questione, da questa data PosteMobile provvederà non solo al blocco ma alla chiusura definitiva dei servizi in questione.

I clienti non potranno dunque attivare nuovi abbonamenti o effettuare acquisti, con la sola eccezione degli utenti che abbiano attivo un abbonamento per uno o più servizi oggetto di chiusura. Questi clienti, infatti, sono avvertiti tramite SMS informativo e possono decidere se procedere al blocco dell’abbonamento sottoscritto o mantenerlo attivo; in caso di blocco e disattivazione dello stesso, non sarà più possibile procedere con la riattivazione.

Se il cliente non dovesse fornire riscontro all’SMS tramite le indicazioni riportate, tutti i servizi in abbonamento saranno bloccati definitivamente e non risulteranno più attivabili.

Con PosteMobile, il cliente può visionare i servizi a sovrapprezzo eventualmente attivati sulla SIM accedendo all’area personale sul sito o anche contattando l’assistenza clienti al numero 160.

 

Vuoi ricevere notizie e consigli utili in tempo reale sul mondo della telefonia? Iscriviti gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Segui MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

MondoMobile.News

Back to top button