Reti e Frequenze

Speedtest su Roaming UE: Italia in controtendenza, gli italiani navigano più velocemente all’estero

Speedtest ha divulgato un report dal quale si evincono le velocità delle connessioni mobili in Roaming all’interno dell’Unione Europea. Con riferimento ai clienti italiani, un dato curioso mostra velocità più elevate in roaming che in patria.

L’analisi di Speedtest si concentra sui dati acquisiti e analizzati in Europa, su dispositivi Android, durante il terzo e quarto trimestre dell’anno scorso. Per completezza informativa, nonostante le recenti novità sul Brexit, sono stati inclusi anche i valori del Regno Unito.

Quanto si evince dal report è che il Roaming in Europa si traduce tendenzialmente in velocità di download più basse per i clienti all’estero, rispetto alle condizioni di navigazione in patria.

Tuttavia, come noto, la pura velocità di navigazione è particolarmente influenzata dal tipo di accordo concluso tra i singoli operatori nella cornice del Regolamento UE. Per questa ragione, all’interno di uno stesso Paese dell’Unione, sono state talvolta riscontrate profonde differenze tra i diversi operatori.

Nel complesso, delle 28 Nazioni esaminate, in 22 di queste i dati mostrano una velocità di navigazione inferiore quando si effettua traffico in Roaming UE, rispetto alle condizioni nazionali. La perdita più elevata è quella dei cittadini olandesi, la cui velocità di navigazione in roaming è del 54,7% più bassa rispetto alla navigazione nazionale. Discorso simile per l’upload, che risulta generalmente oltre il 30% più lento in Roaming UE rispetto alle condizioni nazionali.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Roaming UE

Tuttavia, come anticipato, la tendenza mostrata da Speedtest presenta delle eccezioni, e l’Italia è una di queste. Dai test è infatti emerso che i cittadini di alcuni Paesi europei mostrano una velocità media di navigazione più elevata in Roaming all’interno dell’Unione Europea che nei rispettivi confini nazionali. Oltre all’Italia, è il caso anche di Estonia, Portogallo, Grecia, Lettonia e Irlanda.

Proprio i cittadini irlandesi e italiani presentano i valori più elevati, con velocità di download superiori di circa il 20% (21,8% per gli italiani e 19,9% per gli irlandesi) rispetto a quelle nazionali.

Quanto all’upload, sono i cittadini francesi, lettoni e irlandesi a beneficiare di un incremento della velocità in roaming che supera anche il 25%. Sul fronte della latenza, però, questa risulta sempre peggiore rispetto alle condizioni nazionali.

Di seguito, un grafico che mostra le velocità di download nei confini nazionali e in Roaming UE, per tutti i Paesi analizzati.

Infine, Speedtest si sofferma sull’abitudine dei cittadini di preferire la navigazione in Wi-Fi a quella mobile con il loro operatore. Secondo i dati rapportati, i clienti nelle loro nazioni utilizzano molto più Wi-Fi di quanto non facciano i visitatori provenienti da altri Paesi durante i loro soggiorni.

Così, ad esempio, in Austria e Belgio i rispettivi cittadini eseguono il 75,5% e 77,9% delle loro connessioni tramite Wi-Fi, mentre chi proviene da altri Paesi per soggiorni temporanei utilizza il WiFi solo per il 35% o 40% del tempo. Lo stesso discorso vale anche per l’Italia: secondo i dati riportati gli italiani utilizzano il WiFi per il 70,9% del tempo totale, contro il 55,1% di chi visita il Paese provenendo dall’Unione Europea.

In tal senso, nel complesso, i finlandesi impiegano meno di tutti il Wi-Fi, fermandosi al 63% del tempo totale, mentre in cima alla classifica stanno gli olandesi e gli svedesi con l’81,8% del tempo. Il Paese in cui i visitatori utilizzano più WiFi è invece Cipro, con il 70,2% del consumo totale, mentre il tempo minore viene registrato in Slovenia, con solo il 25,7% tramite WiFi e il resto in Roaming UE.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close