Servizi VAS: da oggi diritto di ripensamento entro 6 ore anche tramite SMS


Entra in vigore da oggi, 20 Gennaio 2020, una piccola novità per quanto riguarda la disattivazione dei VAS, i cosiddetti “Servizi Premium” a sovrapprezzo, in particolare per il diritto di ripensamento entro 6 ore introdotto con il CASP 4.0, che adesso si potrà esercitare anche via SMS.

L’implementazione di questa novità è stata resa nota grazie alla pagina dedicata ai Servizi Premium presente sul sito dell’AGCOM, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che è anche l’organo che approva, insieme alle associazioni di categoria, il Codice di Condotta per l’offerta dei Servizi Premium (CASP 4.0), il quale regola il mercato dei Content Service Provider (CSP).

Come già raccontato, la quarta versione del regolamento dei VAS era stata approvata dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni con la delibera n. 108/19/CONS, pubblicata sul sito ufficiale dell’Autorità lo scorso 12 Aprile 2019.

Tuttavia, A partire dal 1° Novembre 2019 erano entrate in vigore alcune integrazioni al CASP 4.0, per via delle modifiche richieste nella precedente delibera ed approvate da AGCOM con la delibera n. 366/19/CONS, pubblicata il 29 Luglio 2019 sul sito dell’Autorità.

SMS ripensamento VAS

Fra queste novità vi era anche il diritto di ripensamento entro 6 ore dalla ricezione del messaggio di attivazione, con relativo rimborso erogato entro 24 ore dalla richiesta, introdotto grazie anche alle proposte di AssoCSP, l’Associazione dei fornitori di contenuti e servizi a valore aggiunto, il cui Vice Presidente, Arturio Mercurio, si era detto “molto soddisfatto” di questa novità nell’intervista rilasciata a MondoMobileWeb.

Se fino ad ora era possibile esercitare il diritto di ripensamento tramite il Call Center Unico, il numero verde gratuito di Customer Care (800.44.22.99), attivo 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, a partire da oggi, come si legge sul sito dell’Autorità sarà possibile richiedere la disattivazione anche tramite SMS.

In questo modo, per esercitare il diritto di ripensamento e ottenere il riaccredito di quanto addebitato, basterà inviare, sempre entro le 6 ore, un SMS con il testo “annulla” al numero indicato nel messaggio di attivazione.

L’Autorità consiglia a questo proposito di conservare tutti gli SMS ricevuti ed inviati per dimostrare la tempestività della richiesta di ripensamento. Invece il riaccredito avverrà, non oltre 24 ore dalla richiesta, sul credito o sul conto telefonico.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.