Wind Tre ha interesse sul Progetto PISA. Sindacati: “l’azienda deve cambiare atteggiamento”


Il 3 Luglio 2019 si è tenuto un nuovo incontro tra Wind Tre e le rappresentanze sindacali per discutere nuovamente dell’esternalizzazione dei data center, del Progetto PISA e, per la prima volta, dell’accordo commerciale con Fastweb.

Ancora una volta, l’azienda conferma l’intenzione di esternalizzare i data center di Roma, Milano, Palermo e Ivrea, coinvolgendo di fatto circa 130 lavoratori. I sindacati hanno continuato a ribadire di essere totalmente contrari al progetto in questione, ma non sono stati comunicati ulteriori aggiornamenti.

Per quanto concerne invece il Progetto PISA, il comunicato unitario dei sindacati annuncia che gli approfondimenti interni sul modello organizzativo definitivo stanno procedendo. In tal senso, le organizzazioni sindacali hanno manifestato interesse verso lo sviluppo del piano, sottolineando però di voler essere coinvolte e informate preventivamente qualora si arrivi a una posizione aziendale definita.

Novità invece per quanto concerne il recente accordo con Fastweb, che sarà soggetto all’approvazione delle Autorità competenti. In questo caso, i sindacati fanno notare che la complementarietà delle due aziende si basa sulla condivisione degli assets e dello sviluppo della rete. Per questa ragione, l’accordo commerciale è stato accolto in maniera tendenzialmente positiva per via dei possibili sviluppi per l’intero settore delle telecomunicazioni.

   

Per finire, si è discusso del Premio di Risultato per l’anno 2018/2019, che non era stato assegnato per via del mancato raggiungimento del parametro dell’Ebitda che avrebbe consentito l’erogazione del premio stesso.  Si è comunque deciso di riconoscere un importo una tantum da erogare proprio a Luglio, con importi variabili.

I sindacati comunicano di aver richiesto ancora una volta di incontrare nuovamente Wind Tre per discutere esclusivamente sul piano d’impresa di medio termine, che sembra riservare numerose novità e cambiamenti.

Per le organizzazioni è indispensabile “condividere i processi di cambiamento e non dover assistere a decisioni unilaterali che scopriamo di mese in mese”.

Per questa ragione, si terrà un nuovo incontro nel mese di Settembre 2019, ma i sindacati lanciano un nuovo monito: qualora l’azienda non dovesse cambiare atteggiamento, si renderà necessario mettere in campo tutte le iniziative sindacali a sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori di Wind Tre.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.