ho.

ho. Mobile: ecco quando si può usare il servizio Riparti rispettando limiti e condizioni

L’operatore semivirtuale ho. Mobile, secondo brand di Vodafone tramite la società VEI, fin dalla sua nascita permette ai suoi clienti che hanno terminato o stanno per terminare i Giga della propria offerta di usufruire del servizio Riparti, che permette di anticipare il rinnovo per ritornare ad usare la connessione dati.

Questa funzionalità non è disponibile in qualsiasi momento e il suo utilizzo è comunque subordinato al rispetto di alcune condizioni.

In particolare, il servizio Riparti, richiedibile dall’app e dall’area clienti dell’operatore, verrà reso disponibile solo quando rimangono meno di 2GB residui di dati della propria offerta. Inoltre, questa funzione non è disponibile nelle 3 ore precedenti il rinnovo della propria offerta, dato che si rischierebbe di pagare sia il Riparti che il rinnovo dell’offerta.

Si ricorda che le offerte di ho. Mobile hanno sempre una durata mensile, anche in caso di utilizzo di Riparti.

Infatti, se il cliente ho. decide di utilizzare questo servizio, la data di rinnovo si aggiornerà. Ad esempio, se il cliente ha il rinnovo in scadenza al 15 Luglio ma fa ripartire la sua offerta ho. il 3 Luglio, tutti i successivi rinnovi saranno il giorno 3 del mese (3 Agosto, 3 Settembre e così via).

Dato che l’utilizzo del servizio Riparti implica il consumo di tutto il bundle incluso con la propria offerta (30GB, 40GB o 50GB in base al periodo in cui è stata attivata), in caso di utilizzo ripetuto questo è soggetto ad uso “esclusivamente personale secondo i principi di buona fede e correttezza”, come riportato nell’articolo 4 delle Condizioni Generali di Contratto.

Sebbene formalmente non ci siano limitazioni sul numero di Riparti che si possono effettuare (anche nelle Condizioni Generali di Contratto non vengono menzionati), l’operatore può tutelarsi dall’abuso di traffico bloccando la SIM in caso di un utilizzo ripetuto in un’arco di tempo troppo ristretto.

Secondo alcune testimonianze, raccolte nella prima metà del 2019, l’operatore ha bloccato la SIM di alcuni clienti che avevano consumato una quantità eccessiva di Giga, utilizzando Riparti per un certo numero di volte, in un breve periodo. Ad esempio, ad un cliente ho. Mobile la SIM è stata bloccata dopo aver richiesto 3 volte Riparti nell’arco di 2 settimane (ndr MondoMobileWeb invita i suoi lettori a raccontare la propria attuale testimonianza).

Secondo il servizio clienti dell’operatore contattato mesi fa, il numero di Riparti e la quantità di Giga consumati che vengono considerati come “uso non correttopuò variare in base all’offerta sottoscritta.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Riparti

Per utilizzare Riparti sarà necessario avere credito residuo sufficiente sulla propria SIM, in modo da coprire il costo del rinnovo anticipato.

Se si vuole utilizzare Riparti ma si ha un credito residuo insufficiente a coprire il costo del rinnovo, sarà possibile effettuare una ricarica.

La ricarica è disponibile sull’app ufficiale dell’operatore virtuale, sul sito ufficiale e in tutti i punti vendita ho., nelle tabaccherie, nelle ricevitorie e bar collegati alla rete di Lottomatica Italia Servizi, nei punti vendita SisalPay abilitati e nelle edicole della rete M-Dis Distribuzione abilitate.

Secondo alcune testimonianze, la ricarica può essere effettuata tramite app ho. Mobile anche in caso di credito negativo o in caso di esaurimento dei Giga, poiché la navigazione sull’app potrebbe essere possibile anche in queste condizioni.

Come riportato dalle Condizioni Generali di Contratto, presenti sul sito ufficiale di ho. Mobile, nella sezione Condizioni Generali della ricarica, sono presenti dei limiti di ricarica: 300 euro ogni 3 giorni per lo stesso numero; 300 euro ogni 3 giorni per la stessa carta di credito, anche se associata ad account Masterpass; 300 euro ogni 3 giorni per stesso conto PayPal; 5 ricariche al giorno.

Aggiornamento. Articolo pubblicato la prima volta il 21 Giugno 2019.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button