Giornata Storica: Vodafone accende in 5 città la sua rete Giga Network 5G


Si è tenuta oggi, 5 Giugno 2019, la conferenza stampa di Vodafone Italia, in cui Aldo Bisio, CEO dell’azienda, ha presentato ufficialmente la nuova rete 5G di Vodafone, la GigaNetwork 5G, accesa oggi in 5 città italiane.

L’incontro di Aldo Bisio con la stampa si è tenuto a partire dalle ore 11:10 al Palazzo Giureconsulti di Milano, che pochi mesi fa aveva anche ospitato la conferenza di presentazione di Vodafone Business.

Il CEO è subito entrato nel cuore dell’argomento: nella giornata di oggi, Vodafone accende la rete 5G in cinque città italiane: Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli sono infatti le prime città coperte dalla rete di nuova generazione in Italia, denominata Giga Network 5G.

   

Entro il 2021, inoltre, l’operatore ha intenzione di coprire oltre 100 città, per permettere al Paese di incrementare la sua competitività. Vodafone afferma di aver costruito una rete nuova e diversa dalle altre reti, sfruttando il know-how dei quattro centri di R&S, ovvero i 4 hub di Milano, Dusseldorf, Londra e Madrid. Si tratta di una rete Real Time che fornisce tempi di risposta immediati rispetto alle esigenze dei consumatori.

La rete è inoltre autoadattiva grazie a una serie di tecnologie applicate, che garantiscono un’elevata agilità e flessibilità per quanto riguarda lo sfruttamento dello spettro e delle risorse radio.

In termini di velocità raggiunte, i valori della rete 5G giungeranno a decuplicare le velocità attuali, mentre la latenza scenderà intorno ai 5 ms, contro i 30 attuali. La nuova densità riuscirà invece a servire anche un milione di sensori per singola cella.

Il 5G presentato oggi permetterà ai cittadini di abilitare nuovi servizi per l’intrattenimento. Aldo Bisio sottolinea, però, che la nuova tecnologia non costituisce solo un’opportunità, ma anche e soprattutto una necessità. Il traffico dati sulle reti Vodafone cresce infatti in misura esponenziale: la crescita è aumentata del 50% tra il 2017 e il 2018 e del 70% tra il 2018 e il 2019. Entro il 2022, in termini di crescita composta, si avrà tre volte il traffico di oggi.

Il 5G è quindi un modo per ottimizzare e continuare a soddisfare i bisogni correnti, ma crescenti, nei confronti delle applicazioni di oggi: “Non vorrà solo dire fare un po’ meglio ciò che facciamo adesso, ma anche fare cose diverse. Il 5G apre una nuova era, l’era dei nuovi servizi ancora inconcepibili dalle nostre menti in questo momento, così come anni fa non avevamo ancora chiaro il quadro di cosa sarebbe diventata instagram o facebook o altre applicazioni utilizzate nel corso della giornata. Il 5G offrirà un’interattività completamente immersiva.”

Il 5G apre, come noto, campi applicativi nuovi, ad esempio nel settore del gaming, in realtà virtuale o realtà aumentata. In Italia. afferma Bisio, ci sono circa 20 milioni di giocatori su console, 6 milioni su smartphone e 3 milioni guardano e-sport: il traffico del gaming è triplicato anno su anno, mostrando un atteggiamento fortemente competitivo rispetto ad altri servizi come la televisione.

Per finire, il CEO di Vodafone ricorda che nel 2008 i sensori connessi hanno superato la popolazione mondiale: la crescita dei sensori connessi alla rete è inarrestabile, si parla di più di 50 miliardi di sensori nel mondo del 2025, di cui circa 700 milioni in Italia, secondo dati di McKinsey. Le applicazioni sono quelle dei wearables, della sanità, della robotica e delle Smart Cities. Lo scopo di Vodafone, in definitiva, è quello di permettere alla collettività di intercettare tali nuove opportunità, con riferimento tanto ai clienti privati quanto alle imprese.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.