Tim raggiunge record europeo sulla sua rete backbone. Velocità a 550 Gigabit al secondo


TIM ha raggiunto la velocità record di 550 Gigabit al secondo sulla sua rete backbone nella tratta da Roma a Firenze. Si tratta, afferma l’operatore, di un nuovo primato europeo.

Come riporta il comunicato ufficiale di TIM, il risultato è stato raggiunto anche grazie agli accordi di collaborazione con Nokia per la trasmissione dati sulla dorsale di rete a lunga distanza. La tecnologia di Nokia chiamata Photonic Service Engine 3 ha infatti la possibilità di sviluppare effetti fotonici grazie a un sistema di calcolo che massimizza la capacità di trasporto dati su grandi distanze, pari nello specifico a circa 350 chilometri.

La tratta Roma-Firenze ha regalato all’operatore le maggiori soddisfazioni, ma la tecnologia utilizzata è stata sperimentata anche in altre tratte. Nello specifico, lungo i 900 chilometri della tratta del backbone tra Rome Milano, la velocità raggiunta è stata pari a 400 Gigabit al secondo. 

TIM Gigabit Nokia backbone dorsale

Elisabetta Romano, Chief Technology & Innovation Officer di TIM

Elisabetta Romano, Chief Technology & Innovation Officer di TIM, ha così commentato il nuovo record europeo:

“Siamo orgogliosi di questo primato europeo che conferma la leadership tecnologica di TIM, l’alta qualità della nostra rete, il nostro impegno nello sviluppo di soluzioni innovative per garantire ai nostri clienti la migliore esperienza. Il risultato di oggi, che triplica la velocità di trasmissione rispetto a quella attuale, conferma che la rete TIM è l’infrastruttura più avanzata in grado di offrire nuovi servizi e piattaforme digitali anche in ottica dello sviluppo del 5G”.

Ha speso alcune parole anche Sam Bucci, Head of Optical Networking di Nokia, che si è detto orgoglioso della partnership con TIM, la quale permette di mostrare le capacità della tecnologia PCS (Probabilistic Constellation Shaping).

Le tecnologie di Nokia permettono infatti di triplicare la capacità di banda e potranno rivelarsi particolarmente utili con l’arrivo del 5G, per offrire migliori performances ai clienti.

Si ricorda che il backbone di TIM è la rete Wavelenght Division Multiplexing basata proprio sulle tecnologie Nokia di ultima generazione, che permette di trasportare segnali ottici con capacità di 100 Gigabit al secondo fino a 1800 chilometri e 200 Gigabit al secondo fino a 800 chilometri. La dorsale di TIM collega 65 Point of Presence nazionali in oltre 16.000 chilometri di fibra.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.