La Copertura 5G in 120 comuni “digital divide” sarà realizzata da iliad, Tim e Vodafone


A seguito di diversi articoli e trasmissioni sui servizi in tecnologia 5G, sono pervenute dall’Autorità richieste di chiarimento da parte di alcuni Sindaci dei 120 comuni che si trovano in digital divide, così come riportato nella delibera dell’Autorità (AGCOM) n. 231/18/CONS.

Nel provvedimento citato, l’Autorità ha posto specifici obblighi di copertura 5G con frequenze in banda 700 Mhz a favore dei 120 comuni della lista che pertanto, a partire dall’effettiva disponibilità delle frequenze che dovrà avvenire entro il 1° Luglio 2022, potranno benificiare della copertura 5G realizzata da Tim, Vodafone e Iliad, in quanto soggetti aggiudicatari.

L’onere di realizzare la copertura sarà a totale carico degli operatori e dovrà avvenire nel pieno rispetto della normativa in materia di edilizia e urbanistica e delle altre leggi in materia, inclusa la normativa in materia di limiti elettromagnetici sul cui rispetto vigilano le Agenzie regionali di protezione dell’ambiente. Si precisa che non si tratterà di una sperimentazione 5G, bensì dell’offerta di servizi commerciali.

Alla luce di quanto sopra, è convincimento dell’Autorità che le misure introdotte, che non modificano le norme esistenti per la realizzazione delle reti ma ampliano le potenzialità di copertura, non potranno che apportare sviluppi positivi per i territori interessati, che potranno beneficiare dei numerosi vantaggi per cittadini, imprese e pubblica amministrazione derivanti dalla disponibilità diffusa di servizi di connettività wireless a banda larga e ultra-larga.

   

Si sottolinea infine che tali misure sono complementari e distinte rispetto ai progetti riguardanti il Piano strategico nazionale per la banda ultra-larga, relativi ai bandi di gara pubblici gestiti da Infratel e attualmente in corso di realizzazione da parte del concessionario vincitore delle gare.

Comunicazione AGCOM

Ecco i 120 comuni “digital divide“: Avolasca, Berete, Bevilacqua, Bianzano, Bionaz, Bordano, Bore, Brallo di Pregola, Brittoli, Brondello, Campiglia Cervo, Canevino, Canistro, Canolo, Capistrano, Castel Condino, Castiglione a Casauria, Celle Enomondo, Cercemaggiore, Cergnago, Cerretto Langhe, Cinto Euganeo, Cittareale, Civita d’Antino, Cogne, Comazzo, Comeglians, Conca Casale, Cortandone, Crotta d’Adda, Druogno, Falmenta, Fossalto, Fresagrandinaria, Gabiano, Gagliano Aterno, Gambugliano, Genga, Introdacqua, Isasca, La Valle Agorina, Lagni, Lanzada, Lauco, Letino, Marsaglia, Mezzana Rabattone, Montabone, Monte Grimano Terme, Montebello di Bertona, Montecorice, Montegallo, Montemarzino, Monteverdi Marittimo, Morino, Morro Reatino, Nasino, Nespolo, Noragugume, Oltressenda Alta, Paroldo, Perloz, Petrella Salto, Pico, Pietracupa, Pizzone, Pompu, Pontebba, Pontestura, Pozzaglia Sabina, Prasco, Prelà, Premia, Ragogna, Raviscanina, Resiutta, Revigliasco d’Asti, Rezzoaglio, Ricaldone, Roascio, Rocca Sinibalda, Rognano, Rosasco, Rossa, Sabbia, Sambuco, San Colombano Certenoli, San Germano dei Berici, San Giorgio Scarampi, San Gregorio Matese, San Pietro Avellana, Santa Margherita di Staffora, Santopadre, Savignano Irpino, Sclafani Bagni, Segariu, Solonghello, Sorbo San Basile, Sorianello, Sover, Tartano, Terragnolo, Tornata, Tossicia, Tramonti di Sopra, Trezzo Tinella, Trivigliano, Val di Nizza, Valbrevenna, Valfloriana, Vallada Agordina., Valloriate, Valmala, Varco Sabino, Vendone, Ventasso, Vernasca, Vigliano d’Asti, Villaromagnano, Zignano. Le Frequenze 5G saranno disponibili anche in altri comuni d’Italia, questi sono i 120 comuni secondo la delibera dell’Autorità (AGCOM) n. 231/18/CONS.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.