Tiendeo mostra i risultati del suo studio sulle abitudini di acquisto dei Millennials


Tiendeo, l’applicazione che raccoglie cataloghi, offerte e coupon di grandi negozi come Media World, Carrefour, Lidl, Leroy Merlin, Ikea ed altri ancora, ha deciso di analizzare le tendenze di acquisto della generazione Y, ovvero dei Millennials, cioè coloro che sono nati tra l’inizio degli anni ottanta e la fine degli anni novanta.

Questa fascia d’età, la cui età minima si iscrive sui venticinque anni, sta acquisendo sempre maggiore importanza tra i consumatori e in Italia rappresenta il 25% della popolazione. Lo studio si è focalizzato su tale fascia d’età, anche da questa discenderà la prossima generazione, ovvero quella dei Centennials, con i quali i grandi attori del mercato intendono iniziare a porre le basi per una futura strategia di fidelizzazione.

millennials

Quel che è emerso dallo studio portato avanti da Tiendeo, è che i Millennials preferiscono pianificare gli acquisti anticipatamente, possibilmente consultando strumenti online e cataloghi, ma nonostante ciò continuano a preferire il negozio fisico all’acquisto online. In ogni caso l’accesso ad internet è emerso come un mezzo fondamentale all’interno del processo di acquisto.

Le modalità di consumo dei Millennials, secondo i dati acquisiti da Tiendeo, sono state condizionate anche dalla precarietà del posto di lavoro, cosa che spinge gli acquirenti di questa fascia d’età ad essere particolarmente attenti ai propri consumi e a ricercare le migliori offerte.

   

Un interessante dato emerso riguarda anche l’infedeltà della marca dimostrata dai Millennials, che li ricollega alle abitudini dei propri genitori, dal momento che questa generazione sembra particolarmente disposta a non acquistare più la propria marca preferita in presenza di prezzi migliori. Continuano ad esistere però marche in grado di mantenere la fedeltà dei propri clienti, principalmente nel caso di merendine, cioccolato e pannolini.

Lo studio dimostra anche che i Millennials siano influenzati nell’acquisto dalla generazione successiva, quella dei Centennials che, anche se non possiede ad ora un vero e proprio potere d’acquisto, è in grado di influenzare i consumi delle proprie famiglie. In particolar modo, i Centennials si dimostrano ancora meno fedeli alla propria marca preferita se ne trovano una che presenti un’offerta più vantaggiosa.millennials

Per quanto riguarda invece i dati relativi alle preferenze tra gli acquisti online e offline, sembrerebbe che il negozio fisico non sia ancora destinato a sparire con questa nuova generazione, dal momento che i Centennials visitano i centri commerciali con una buona frequenza, maggiore rispetto ai millennials e alla generazione X.

Anche nel caso dei Centennials, riscuotono successo offerte e promozioni al momento di concludere un acquisto, con particolare attenzione agli sconti e alle differenze in tal senso presentate dalle diverse marche, anche se tale comportamento ha una tendenza minore rispetto a quella dei Millennials.

Questi sono dati particolarmente importanti per i retailers che dovranno di conseguenza adattare le proprie strategie di marketing e i propri strumenti, fornendo per esempio informazioni rilevanti sui prodotti in base ai canali più utilizzati, in modo che possano influenzare di conseguenza il processo di acquisto.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.