Fastweb sostiene il progetto InspirinGirls contro gli stereotipi di genere


Fastweb ha scelto di sostenere, insieme al partner italiano Valore D, il progetto appartenente alla campagna internazionale InspirinGirls, il cui obiettivo è quello di liberare le ragazze dagli stereotipi di genere, soprattutto quelli legati allo studio delle materie scientifiche.

Infatti, è stato dimostrato da alcune ricerche che il 57% degli insegnanti e il 51% dei genitori afferma di possedere dei pregiudizi, anche del tutto inconsapevoli, nei confronti delle discipline dette STEM, ovvero Science, Technology, Engineering e Mathematics.InspirinGirls

Dunque, non stupisce che già a tredici anni le bambine siano portate a circoscrivere le proprie ambizioni riguardanti il futuro delle loro carriere in base al genere a cui appartengono. Questo, inoltre, sembrerebbe il motivo per cui le materie umanistiche siano quelle maggiormente studiate dalle donne.

La campagna InspirinGirls ha quindi il fine di rendere consapevole le ragazze di tutti i loro talenti, soprattutto negli ambiti scientifici, così da evitare che i loro desideri e le loro ambizioni vengano bloccate soltanto da pregiudizi sociali.

Come da annuncio ufficiale, Fastweb ha così deciso di coinvolgere all’interno del progetto alcune dipendenti, affinché queste potessero assumere il ruolo di testimoni negli incontri programmati nelle scuole italiane.

   

Le dipendenti, dette anche “role model”, hanno già affrontato incontri con gli studenti di diverse città, tra cui Palermo, Bari, Roma, Napoli, Reggio Emilia, Chieti e Milano, condividendo le loro esperienze personali e professionali, al fine di motivare ed ispirare le studentesse, spingendole ad esprimere in modo completo le proprie capacità e potenzialità.

A seguito degli incontri, sono stati raccolti i commenti delle role model, che si sono dette entusiaste dell’esperienza di condivisione vissuta grazie al progetto InspirinGirls. Per esempio, la dipendente Fastweb Tiziana ha affermato di aver avuto la possibilità di portare la sua esperienza di donna, sia lavoratrice che madre, agli studenti, il che è stato definito come un’esperienza molto costruttiva. Inoltre, gli stessi studenti si sono sentiti liberi di esprimere desideri, progetti futuri, ma anche paure.InspirinGirls

Emanuela e Antonia hanno affermato:

“Questa è una delle occasioni in cui senti di poter restituire ciò che hai avuto nella vita: offrire la propria testimonianza per contribuire ad un cambiamento culturale attraverso la formazione delle nuove generazioni è semplicemente …. WOW!”

“Ho cercato di trasmettere l’energia della voglia di fare, il potere della curiosità e il desiderio di imparare ciò che ancora non si sa. Ho condiviso con loro l’importanza dell’errore quando è accompagnato dalla passione per ciò che si fa e il coraggio di non porre limiti ai propri sogni.”

Il progetto continuerà a girare per le scuole anche nei mesi successivi, dal momento che si tratta anche di un’iniziativa utile al fine di creare un maggiore contatto tra la scuola e il mondo del lavoro, solitamente molto distaccati. Inoltre, grazie alla campagna InspirinGirls sarà possibile favorire la parità di genere, allontanando le ragazze dagli stereotipi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.