Siglato giorno 9 Gennaio 2019 l’accordo tra Tim e i sindacati sulle ferie dei dipendenti


Riporta la data del 9 Gennaio 2019 il verbale di accordo siglato tra l’azienda Tim S.p.A., assistita da Unindustria Roma, e i sindacati Slc CGIL, Fistel Cisl, Uilcom Uil e UGL Telecomunicazioni relativo a quanto convenuto in tema di ferie, permessi e festività.

Le parti, già nel Giugno 2018, si erano impegnate ad indicare, entro la scadenza del mese di Dicembre 2018, delle nuove modalità operative relative alle ferie e ai permessi lavorativi. Secondo quanto convenuto, i dipendenti Tim saranno inquadrati in base a quanto viene definito dall’art. 31 del contratto collettivo nazionale, secondo quanto stabilito per i lavoratori alle dipendenze di imprese nell’ambito della telecomunicazione.ferie

Le ferie dovranno essere fruite entro l’anno di maturazione e queste corrispondono, per l’intero personale, ad un totale di almeno tre settimane che dovranno essere comunicate dal dipendente via mail aziendale. Ulteriori esigenze del lavoratore saranno successivamente vagliate. Nel caso in cui le richieste del dipendente non possano essere accettate, questo dovrà comunque essere avvisato almeno una decina di giorni prima della data da cui sarebbero dovute iniziare le ferie richieste.

Sono state stabilite anche le giornate relativa alla chiusura collettiva dell’azienda, stabilite, per l’anno 2019, nelle giornate del 26 Aprile, 2 Maggio, 23, 24 e 27 Dicembre.

Inoltre, nel caso in cui il dipendente non dovesse provvedere alla richiesta di ferie, sarà la stessa società a comunicare le date in cui queste dovranno essere fruite. In ogni caso, di fronte a comprovate necessità, le pianificazioni relative alle ferie potranno essere modificate in un momento successivo.

   

Nel caso in cui il dipendente si assenti dal servizio per motivi di salute, infortunio o maternità, per lunghi periodi, le ferie non godute durante l’anno di maturazione, dovranno essere utilizzate appena possibile durante il periodo di rientro.ferie

Ai dipendenti Tim, inoltre, saranno assegnate due giornate extra di ferie a titolo di “Ferie ex accordo 11 Giugno 2018”: queste ferie, come negli altri casi, dovranno essere richieste e programmate.

Per quanto riguarda i permessi, i dipendenti full time potranno godere di trentadue ore di permesso annuo retribuito, che in proporzione verranno applicati anche ai lavoratori part time. I permessi andranno richiesti in anticipo, dietro maturazione annua.

Inoltre, i dipendenti Tim a carattere full time potranno usufruire di permessi retribuiti individuali della durata di otto ore; tali ore potranno essere utilizzate, in proporzione, anche dai lavoratori part time.

Ferie e permessi non utilizzati entro lo scadere dell’anno non potranno essere fruiti in futuro, né monetizzati, motivo per il quale l’azienda obbligherà il lavoratore a farne uso entro e non oltre la fine del mese di Aprile dell’anno successivo alla maturazione.

Saranno riconosciute ad alcuni lavoratori quattro ore di permesso retribuito in qualità di “bonus fruizione spettanze”, tale bonus dovrà essere utilizzato entro il 31 Dicembre dell’anno di riconoscimento.

Nell’accordo viene citata anche possibilità di utilizzare permessi a recupero per tutti quei dipendenti che, esauriti ferie e permessi, possono richiedere otto ulteriori ore di permesso che però dovranno essere successivamente recuperate entro il mese di Gennaio dell’anno successivo alla richiesta. Questi permessi dovranno essere richiesti e poi recuperati in accordo con le esigenze aziendali. Il recupero dovrà verificarsi in coda alla normale giornata di lavoro, in un intervallo di tempo minimo di quindici minuti e massimo novanta. Nel caso in cui tutte le ore non dovessero essere recuperate, non avverrà la retribuzione delle ore mancanti.

Infine, per quanto riguarda le festività che cadono nelle giornate non lavorative come la domenica, l’accordo prevede che i dipendenti possano usufruire a scelta di un giorno di permesso retribuito o di quattro ore di permessi retribuiti, sempre secondo le modalità di richiesta standard. L’efficacia dell’accordo presentato verrà verificata entro il mese di Febbraio 2020.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.