Fatturazione 28 giorni, Benedetto Levi di iliad commenta la sospensione dei rimborsi: “Siamo punto e a capo”


Benedetto Levi, Amministratore Delegato di Iliad, ha voluto commentare il pronunciamento del Consiglio di Stato di ieri, 20 Dicembre 2018, che ha di fatto congelato i rimborsi per gli utenti di rete fissa coinvolti dalla fatturazione a 28 giorni.

Il CEO del nuovo quarto operatore di rete mobile italiano ha affidato il suo pensiero ad un breve tweet pubblicato oggi, 21 Dicembre 2018, ecco il testo:

Siamo punto e a capo: ancora tentativi dagli altri operatori per evitare i rimborsi e “a pagare pegno sono sempre i consumatori”.

In allegato al suo commento, Benedetto Levi ha inserito un articolo del quotidiano online “Il Corriere della Sera” che parla della vicenda relativa alla decisione adottata dal Consiglio di Stato, che ha sospeso la sentenza del TAR che confermava l’obbligo, per gli operatori coinvolti, di procedere con i rimborsi per la fatturazione a 28 giorni, diventata illegittima dal 23 Giugno 2017, come stabilito dall’AGCOM.

Lo scorso 21 Novembre 2018 erano state infatti pubblicate dal TAR del Lazio le sentenze emanate giorno 14 Novembre 2018, con cui il Tribunale Amministrativo aveva parzialmente accolto i ricorsi portati avanti da Telecom Italia (Tim), Vodafone Italia S.p.a., Wind Tre S.p.a. e Fastweb S.p.a..

   

In quel caso, la sentenza prevedeva l’annullamento delle sanzioni pecuniarie a carico degli operatori, ma allo stesso tempo confermava la disposizione di un risarcimento di quanto era stato ingiustamente sottratto agli utenti.

La notizia era stata accolta con entusiasmo proprio dal CEO di Iliad Benedetto Levi il quale, commentando anche in quel caso tramite il suo profilo Twitterinvitava le compagnie telefoniche coinvolte a restituire il maltolto.

L’appello di Levi è stato decisamente inascoltato da parte degli operatori, che per tutta risposta hanno impugnato anche la sentenza del TAR del Lazio, ricorrendo al Consiglio di Stato, il quale solo nella giornata di ieri ha accolto le richieste degli stessi, sospendendo la validità della sentenza ed evitando dunque il rimborso entro il 31 Dicembre 2018.

Il commento di Benedetto Levi segue le reazioni delle varie associazioni dei consumatori, che oggi, 21 Dicembre 2018, hanno attaccato la decisione del Consiglio di Stato, la quale danneggia gli utenti che erano in attesa della restituzione dei giorni illegittimamente erosi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.