Vodafone: l’assistente digitale TOBi arriva anche su Alexa di Amazon


A seguito del lancio di Alexa, l’assistente digitale di Amazon, sul mercato italiano, Vodafone ha annunciato che i suoi clienti in possesso di un device Amazon Echo, avranno anche la possibilità di comunicare con TOBi, l’assistente di Vodafone.

L’operatore ha annunciato la novità tramite un comunicato stampa di oggi giorno 24 Ottobre 2018, spiegando come TOBi sarà interpellabile comodamente tramite i nuovi canali abilitati per richiedere informazioni sui contatori delle proprie offerte, sul credito residuo, il saldo sorrisi e il codice puk.TOBi

Affinché sia possibile comunicare con TOBi sarà necessario scaricare la funzionalità di TOBi dall’Alexa Skill Store, per poi attivarla con le stesse modalità utilizzate nel caso dell’applicazione My Vodafone o dell’area fai da te del sito ufficiale.

Fino a questo momento TOBi ha aiutato i clienti Vodafone offrendo loro aiuto di fronte a richieste di vario tipo mediante l’applicazione My Vodafone, il sito e i social media, ricevendo più di un milione di visite ogni mese e riuscendo a gestire in modo autonomo i contatti con i clienti nell’80% dei casi, quando si trattava di fornire informazioni commerciali, notizie sulle offerte attive, sui costi e i contatori.

Grazie a quest’implementazione che vede TOBi all’interno delle Skill di Alexa, ovvero delle funzionalità grazie ai quali gli utenti possono interagire utilizzando comandi vocali, adesso gli utenti Vodafone disporranno quindi di un nuovo canale per ottenere le informazioni di interesse, utilizzando comandi vocali come “Alexa, chiedi a TOBi quanti giga mi rimangono?”TOBi

   

TOBi è una tecnologia basata sull’intelligenza artificiale, costruita su un sistema di reti neurali in grado di riconoscere e interpretare il linguaggio umano, ma non solo. Le caratteristiche del sistema infatti gli consentono, in un certo senso, di apprendere i propri errori così da rimediarvi in futuro, ma anche di creare una relazione con l’utilizzatore in modo tale che le risposte e le relative modalità vengano costantemente riadattate in base al modo in cui la conversazione si evolva.

Per lo sviluppo di tale sistema viene impiegato un intero team di Vodafone, la “Neural Network Unit”, addetta all’allenamento della rete neurale, appositamente formata e focalizzata sui principi del Machine Learning e sui processi del linguaggio naturale.TOBi

Il lancio dell’assistente Alexa di Amazon in Italia e quindi delle innovazioni in ambito di smart speaker, per Vodafone è fonte di nuove possibilità, visti gli investimenti previsti dalla strategia relativa ai canali digitali. Questi sono già utilizzati nel 95% dei casi dai clienti per entrare in contatto con Vodafone, che si tratti del sito internet, dell’apposita applicazione, dell’assistente digitale TOBi o dei Social Network (Facebook, Instagram, Twitter) arrivando a comprendere all’incirca centoquaranta interazioni per ogni mese.

In particolar modo, TOBi fino a questo punto è stato in grado di fornire aiuto ai clienti Vodafone grazie alla sua attività garantita costantemente ogni giorno, 24 ore su 24, e il piano dell’operatore prevede che il suo uso continuerà ad essere ampliato, estendendo la varietà dei casi di utilizzo gestiti e migliorando allo stesso tempo la qualità delle conversazioni non solo relative ai canali tradizionalmente utilizzati, ma anche a quelli di ultima generazione.

TOBi

Per quanto riguarda Alexa, invece, si tratta di un vero e proprio assistente vocale basato sul cloud, disponibile sui dispositivi Smart Speaker Amazon Echo. Tra le caratteristiche di Alexa vi è la possibilità di aggiungere Skill differenti che sono in grado di fornire indicazioni relativamente ad argomenti differenti, che si tratti di musica, meteo o, come nel caso della Vodafone, di informazioni relative alla propria Sim e alle offerte ad essa associate, grazie all’utilizzo di TOBi.

Le funzionalità proposte da Alexa sono molteplici, infatti sarà possibile anche effettuare telefonate, impostare sveglie e timer, ricevere informazioni relative al traffico urbano, sui risultati di eventi sportivi. Inoltre, i dispositivi abilitati permetteranno di gestire più facilmente la propria Smart Home aggiornando la lista della spesa o controllando dispositivi smart quali lampadine, interruttori e termostati.

Il cliente potrà chiedere ad Alexa di ascoltare della musica selezionando brani e artisti grazie ad Amazon Music, Spotify o altri servizi simili. Grazie alle skill continuamente aggiornate, sarà quindi possibile ampliare il numero di servizi da poter richiedere ad Alexa, dalla prenotazione di un ristorante, alla ricerca di ricerche culinarie, fino alla pianificazione di viaggi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.