L’Ente Parco dell’Etna nega a Vodafone il consenso per girare sul vulcano il suo nuovo spot. Ma interviene il Sindaco di Catania


Lo scenario dell’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, era stato scelto dai vertici di Vodafone come location adatta ad un nuovo spot commerciale dell’operatore. L’utilizzo dell’Etna, oltre che rendere potenzialmente suggestivo il contenuto dello spot, grazie all’influenza del vulcano, sarebbe stato positivo anche per via del ritorno di immagine di cui avrebbe goduto l’intero territorio.

La richiesta ufficiale inviata da parte degli uffici Vodafone ha atteso di ricevere una risposta da parte del Parco dell’Etna per quindici giorni e, alla conclusione di questo periodo, quel che ne è derivato è stata una risposta negativa.etna

Le motivazioni che sono state addotte sono di natura burocratica, dal momento che la richiesta sarebbe risultata inaccettabile in base alle norme prescritte all’interno dello statuto dell’ente e, di conseguenza, è stata rifiutata.

Tali ostacoli burocratici, invece, non hanno avuto luogo nel caso della Regione Trentino che è stata contattata subito dopo a seguito del rifiuto e che, al contrario, dopo due giorni dalla richiesta, ha prontamente risposto e concesso a Vodafone le autorizzazioni necessarie per poter girare lo spot nella seconda location.

La vicenda è stata riportata a conoscenza del sindaco di Catania Salvo Pogliese, secondo quanto riportato dal quotidiano cartaceo La Sicilia, quasi per caso, grazie ad una telefonata privata avvenuta tra il primo cittadino ed un suo conoscente tra i vertici Vodafone. Il Sindaco della città etnea ha affermato di non essere stato informato della vicenda e lo stesso sarebbe valso per il commissario che ha il ruolo di controllare l’intero Parco dell’Etna.

La decisione riguardante il rifiuto sarebbe stata presa quindi da un funzionario del Parco dell’Etna che, una volta ricevuta la comunicazione da parte dell’operatore internazionale e dopo aver atteso quindici giorni, ha deciso di rispondere con un rifiuto, probabilmente senza realizzare quali fossero gli attori presenti dietro tale richiesta e i relativi effetti che ne sarebbero conseguiti.

Il sindaco Pogliese ha quindi cercato di prendere in mano la situazione, provando a rimediare, e sembrerebbe che le trattative siano ancora in corso, nonostante il fatto che ormai l’accordo tra Vodafone e la Regione Trentino sia già stato messo in moto.etna

È evidente che uno spot Vodafone girato sull’Etna avrebbe portato dei vantaggi di tipo economico all’intero territorio, mentre adesso è posto in evidenza solo il grande danno che ne è stato ricavato, la cui responsabilità non è semplice da attribuire.

Il Sindaco Pogliese, dal canto suo, ha voluto rassicurare sul fatto che il comune si sta impegnando attivamente nel migliorare i processi interni della macchina burocratica, assicurando ai propri cittadini delle risposte più celeri nei confronti delle istanze presentate.

Nel primo pomeriggio di oggi, 23 Ottobre 2018, il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha rilasciato la seguente dichiarazione sulla sua pagina Facebook:

Stava accadendo una cosa vergognosa. La Vodafone aveva scelto l’Etna come location per il prossimo spot, protagonista Patrick Dempsey. Una possibilità di promozione del nostro territorio enorme, a livello mondiale, e totalmente gratuita. Ma alcuni burocrati la stavano vanificando, facendo passare giorni e giorni per rilasciare le necessarie autorizzazioni, che in Trentino erano state rilasciate in appena due ore. Me ne sono accorto appena in tempo, grazie alla segnalazione di un mio personale amico, Alfio Fabiano, e riconosco alla regione di essersi attivata subito, dopo la mia sollecitazione, intervenendo tempestivamente presso l’ente Parco Dell’Etna, e di questo ringrazio gli assessori Razza e Pappalardo. Ringrazio altresì il presidente e i funzionari del Parco per aver compreso il rischio che stavamo passando, provvedendo a correre ai ripari. Posso oggi annunciare che è stato tutto risolto: le autorizzazioni sono state date, la Vodafone girerà lo spot sull’Etna, e il nostro territorio godrà di una opportunità irripetibile di promozione.

Sembrerebbe quindi, secondo le parole del sindaco, che un futuro spot della compagnia telefonica possa svolgersi all’interno del Parco dell’Etna.

Aggiornamento

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.