App e Prog

Google One: il nuovo servizio cloud a pagamento di Mountain View

Google, famosa azienda statunitense che offre servizi online, con quartier generale a Mountain View in California, sta effettuando una ristrutturazione nel proprio servizio Cloud a pagamento denominato Google Drive.

Il cambiamento comincia dal nome, non più Google Drive, ma Google One, inoltre il nuovo sistema, secondo Forbes, includerà uno spazio di archiviazione esteso, una struttura dei prezzi rinnovata, un piano per la famiglia e, forse più utile di tutti, un accesso illimitato e gratuito all’assistenza tecnica, offerta da personale qualificato per 24 ore al giorno, per tutti i prodotti e i servizi di consumo di Google.

Il piano per la famiglia consisterà nel permettere di condividere il proprio account a pagamento con un massimo di cinque membri familiari, con la possibilità, per ciascun membro, di avere accesso individuale ai propri file, dividendo solo lo spazio disponibile nel cloud. Inoltre, ogni componente della famiglia potrà utilizzare la funzione di guida in diretta di Google One.

Per quanto riguarda il servizio di assistenza tecnica, questo sarà offerto da personale esperto, dal vivo 24 ore su 24, tutti i giorni, compresa la Domenica, tramite telefono, chat o e-mail per tutti gli account a pagamento.

La piattaforma Google One permetterà spazio di archiviazione gratuito fino a 15 GB, poi si andrà da 1,99 dollari al mese per poter usufruire di 100 GB, 2,99 dollari al mese per 200 GB, fino a 9,99 dollari al mese per 2 TB, il costo resterà invariato per i piani superiori a 2 TB.

Inoltre, per i piani di Drive da 1 TB già esistenti è previsto un aggiornamento a 2 TB senza costi aggiuntivi.

Google One non è ancora disponibile, ma sono già note alcune limitazioni. Infatti se il cliente possiede un piano di archiviazione Google Drive a pagamento, l’upgrade a Google One avrà luogo automaticamente solo nel corso dei mesi a venire.

Via: SmartWorld

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button