Google svela l’app Chat che vuole sostituire gli sms


Secondo quanto letto sul quotidiano “La Repubblica“, il 7 Maggio 2018, Google sta lavorando su una nuova App di messaggistica istantanea che si chiamerà Chat e che secondo rumors riprenderà il modello di WeChat. Negli ultimi anni Google ha rilasciato varie app di messaggistica come Allo e Hangouts, ma è stato difficile competere con le applicazioni più diffuse come Whatsapp e Messenger.

Google ora mira a introdurre una nuova app, basata sul protocollo RCS ossia “Rich Communication System” per rimpiazzare gli sms con un applicazione di messaggistica istantanea con cui l’utente potrà inoltrare non solo comuni messaggi di testo ma anche file audio, video, foto ed allegati vari.

L’app sarà implementata come applicazione di messaggistica di default negli smartphone Android e offrirà anche la possibilità di chattare in gruppo, vedere quando qualcuno sta scrivendo o se ha letto il messaggio.

   

La convenienza degli sms sta nel fatto di utilizzare poca banda larga, ma Chat, considerando che utilizza più dati, avrà bisogno di una connessione ad internet per comunicare. Nel caso in cui il telefono non sia connesso alla rete, i messaggi inoltrati saranno trasformati in sms e gli allegati in link da poter consultare successivamente.

Google inoltre ha dichiarato di aver coinvolto già molti operatori di telefonia nel mondo a utilizzare il nuovo protocollo RCS per consigliarlo ai loro clienti e molti produttori come Samsung, Huawei, Lg e Asus.

Chat non è ancora disponibile, ma sarà rilasciata come applicazione iniziale negli smartphone con sistema operativo Android, invece il sistema operativo iOS al momento non supporta gli RSC e dunque riceverà dei semplici sms, permettendo così lo stesso la comunicazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.