Sociale

Ericsson Connect To Learn: donati 60 computer alla Croce Rossa Italiana per gli studenti abruzzesi

Nella cornice delle sue iniziative per supportare gli italiani in questa fase di pandemia, Ericsson ha annunciato di aver donato 60 personal computer alla Croce Rossa Italiana per gli studenti abruzzesi che stanno svolgendo in questi giorni lezioni di teledidattica da casa o che si stanno preparando agli esami di maturità.

La donazione è stata effettuata alla Croce Rossa nell’ambito del progetto Connect To Learn, con cui Ericsson sta cercando di far fronte alle necessità formative degli studenti.

Il Presidente della CRI Abruzzo, Gabriele Perfetti, ha ringraziato l’azienda per il contributo fornito per gli studenti più penalizzati, che potranno così continuare le loro lezioni e preparare gli esami.

Anche Emanuele Iannetti, Amministratore Delegato di Ericsson Italia, ha commentato il gesto della sua azienda ringraziano tutti i dipendenti, oltre ai volontari e gli operatori della Croce Rossa Italiana, della Protezione Civile e di tutte le associazioni impegnate contro la pandemia:

“Desidero esprimere il mio sentito ringraziamento a tutti i professionisti di Ericsson che, anche quando un intero Paese si blocca, non solo continuano ad essere operativi per mantenere le reti attive e funzionanti, ma si fanno promotori di pregevoli iniziative di solidarietà. Ai volontari e operatori della Croce Rossa Italiana, della Protezione Civile e di tutte le associazioni del terzo settore, il ringraziamento da parte di tutto il team di Ericsson per il loro prezioso e incessante contributo”.

All’iniziativa in questione, ricorda Ericsson, si affianca la donazione fatta dai dipendenti per un totale di 180.000 euro a vantaggio della Protezione Civile, a cui è seguita una seconda raccolta fondi a livello internazionale con il risultato di una seconda donazione di altri 180.000 euro alla Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC).

Ericsson Croce Rossa Italiana

Un’altra recente iniziativa di Ericsson è l’hackaton globale intitolato #HackTheVirus, con cui il colosso svedese ha dato il via per 72 ore a un hackaton globale che ha visto la partecipazione di diversi ingegneri e ricercatori per sviluppare soluzioni in grado di contrastare la diffusione del virus.

Alcuni progetti sono stati selezionati e si trovano adesso in fase di realizzazione, implementando soluzioni di Intelligenza Artificiale e Machine Learning per l’analisi dei virus e applicazioni mobili per il distanziamento sociale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button