TIM potenzia la rete mobile nell’ospedale di Bolzano San Maurizio per l’emergenza Coronavirus


Da sempre sensibile alle esigenze di pubblica utilità e nell’ottica di potenziare le comunicazioni per l’emergenza Covid-19, TIM ha ampliato la capacità trasmissiva della propria rete mobile presso il Presidio Ospedaliero S. Maurizio di Bolzano attivando un’antenna trasportabile che consente di soddisfare le richieste di maggiore connettività.

Si tratta di un mezzo carrato, dotato di palo autoportante ed apparati radianti di tecnologia LTE e UMTS, collegato attraverso un ponte radio alla centrale telefonica locale, in grado di offrire un servizio di telefonia mobile sempre al massimo delle prestazioni (voce e dati).

Ciò permette un suo facile impiego per la gestione di picchi di traffico mobile che saturano gli impianti presenti stabilmente sul territorio.

Di norma l’utilizzo di tale stazione è previsto per potenziare temporaneamente la copertura radio in caso di eventi straordinari, come ad esempio i concerti, o per incrementare le potenzialità del servizio di telefonia mobile in particolari zone di villeggiatura ove l’aumento di popolazione raggiunge percentuali rilevanti nel periodo turistico.

TIM ospedale bolzano

La presenza dell’antenna mobile permette inoltre alle forze dell’ordine ed agli addetti alla sanità e alla sicurezza (dai medici e i sanitari alla Protezione Civile) una comunicazione più efficace in ogni momento della giornata, per coordinare al meglio il presidio, garantendo in questo modo la sicurezza e gli interventi relativi all’attuale fase di emergenza.

L’installazione dell’antenna mobile presso l’Ospedale S. Maurizio rientra nell’ambito del rinnovato programma del progetto “Operazione Risorgimento Digitale” di TIM finalizzato a sostenere il maggiore fabbisogno di connettività nel Paese anche attraverso iniziative a carattere sociale come questa.

Comunicato Stampa

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.