Reti 5GTim

TIM: algoritmi di quantum computing per l’ottimizzazione delle reti 4.5G e 5G

TIM ha reso noto di aver iniziato a impiegare, per l’ottimizzazione delle sue reti mobili in 4.5G e 5G, alcuni algoritmi di quantum computing.

Gli algoritmi sono impiegati su rete live e si basano sui qubit, che sfruttano i principi della meccanica quantistica e riescono a elaborare problemi particolarmente complessi in tempi molto ridotti rispetto alle performances che i computer classici possono aspirare a raggiungere.

TIM ha comunicato di essere il primo operatore di telecomunicazioni in Europa a utilizzare tali algoritmi (generalmente impiegati nei settori finanziari, automotive e chimico) per l’ottimizzazione delle celle radio utilizzando un quantum computer di D-Wave, leader mondiale nel settore.

Tim Quantum Computing

L’obiettivo di TIM era quello di mettere a punto una pianificazione delle celle radio che potesse assicurare servizi mobili più affidabili e performanti. Nel dettaglio, l’algoritmo QUBO è stato utilizzato per la pianificazione dei parametri di rete 4.5G e 5G ottenendo una rapidità di esecuzione fino a 10 volte superiore rispetto ai metodi tradizionali.

Nella pratica, l’impiego di algoritmi di quantum computing offrirà ai clienti, sostiene TIM, una maggiore qualità del servizio VoLTE, migliorandone la continuità nella fase di mobilità tra le aree di copertura di celle diverse.

Inoltre, tramite questa tecnologia TIM potrà effettuare la configurazione real time della rete, come già previsto dal “circuito chiuso” di SON (Self Organizing Network) che risulta già impiegato da parte dell’operatore italiano.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button