Wind: Pieno Wind e Be Wind si autoricaricano anche dai clienti iliad?


Dal 17 Giugno 2019 i clienti Wind che hanno deciso di tenere ancora attive le opzioni autoricaricanti Pieno Wind (sia la versione Voce che la versione Sms) e la tariffa a consumo autoricante Be Wind, dovrebbero accumulare credito bonus per ogni minuto di chiamata ricevuto e/o per ogni SMS ricevuto anche dai clienti iliad.

Be Wind è il piano tariffario lanciato da Wind nel 2002 che consentiva di chiamare a consumo e di autoricaricarsi da alcune telefonate ricevute in Italia. Nelle prime versioni il meccanismo di autoricarica prevedeva un accredito di 2 centesimi di euro al minuto per i primi due minuti di conversazione e 3 centesimi al minuto dopo il terzo minuto di conversazione.

All’inizio il cliente si autoricaricava solo dalle chiamate ricevute dai clienti Wind con numeri aventi come prefisso 320, 328 e 329. Successivamente il meccanismo di autoricarica è stato rimodulato per le chiamate ricevute da qualsiasi operatore nazionale escluso i clienti Wind e l’autoricarica è diventata di 3 centesimi di euro al minuto già dal primo secondo di conversazione.

Wind

Rispetto all’opzione autoricarica Pieno Wind, l’autoricarica si è sempre sommata al credito principale del cliente ed è stato sempre possibile pagare eventuali attivazioni o rinnovi di opzioni tariffarie. Nel 2004 è stata lanciata anche la tariffa Be Wind New che non prevedeva più il meccanismo di autoricarica.

   

Ritornando ai giorni d’oggi, a fine Ottobre 2018 Wind ha deciso di modificare ad alcuni il credito in due parti: credito principale e credito bonus BeWind. I clienti coinvolti della modifica sono stati avvisati con l’invio di un messaggio che li informava che, da quel momento, il credito ricaricato con il meccanismo di autoricarica BeWind è possibile verificarlo con la stringa dedicata *123*184#.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Dal lunedì 17 Giugno 2019 il meccanismo del piano a consumo Be Wind è cambiato di nuovo: 1 centesimo di euro per ogni minuto di chiamata ricevuta e 2 centesimi di euro per ogni SMS ricevuto, fino ad un massimo di 100 euro al mese solare.

In più si è aggiunto iliad tra gli operatori che concorrono al bonus per le chiamate e gli SMS ricevuti. Non concorrono al bonus gli operatori appartenti a CK Hutchison Holding Ltd (al momento Wind e 3) e gli operatori virtuali sotto rete Wind come ad esempio PosteMobile.

Anche le opzioni della gamma Pieno Wind non sono più in commercio da anni e dal 10 Giugno 2013 sono incompatibili con tante offerte ricaricabili principali. A partire dal 17 Giugno 2019 per le opzioni Pieno Voce o Pieno SMS, si aggiunge, come detto, Iliad tra agli operatori che concorrono al bonus per le chiamate e gli SMS ricevuti. Nessuna modifica sulle condizioni di autoricarica e sui costi di rinnovi.

Non concorrono al bonus gli operatori su rete Wind, 3 e la nuova rete unica Wind Tre. Il bonus non potrà essere speso per acquisti VAS o AppStore o per effettuare chiamate o inviare SMS verso numeri a tariffa speciale.

Fino ad ora se un cliente Wind con un’opzione o una tariffa autoricaricante riceveva una telefonata da un cliente iliad non succedeva nulla, invece se la telefonata era da un cliente 3 si autoricaricava. Adesso dovrebbe funzionare al contrario come viene comunicato ufficialmente dall’operatore.

Avviso

Ecco il testo ufficiale pubblicato a Maggio 2019 e presente nella pagina dedicata alle modifiche unilaterali:

Informativa riservata a tutti i clienti con offerta Ricaricabile e piano Be Wind attivo.

A partire dal 17/06 con il piano Be Wind accumuli 1cent per ogni minuto di chiamata ricevuta e 2 cent per ogni SMS ricevuto, fino ad un massimo di 100 euro al mese solare. Si aggiunge Iliad tra agli operatori che concorrono al bonus per le chiamate/SMS ricevute. Non concorrono al bonus gli operatori appartenenti al gruppo CK Hutchison Holdings Ltd (al momento Wind e 3). Il bonus non potrà essere speso per acquisti VAS o AppStore o per effettuare chiamate o inviare SMS verso numeri a tariffa speciale.

Informativa riservata a tutti i clienti con offerta Ricaricabile opzione Pieno Voce e/o Pieno SMS attivo.
A partire dal 17/06 per le opzioni Pieno Voce o Pieno SMS, si aggiunge Iliad tra agli operatori che concorrono al bonus per le chiamate/SMS ricevute. Non concorrono al bonus gli operatori appartenenti al gruppo CK Hutchison Holdings Ltd (al momento Wind e 3).
Il bonus non potrà essere speso per acquisti VAS o AppStore o per effettuare chiamate o inviare SMS verso numeri a tariffa speciale.

Secondo alcune testimonianze raccolte in questi ultimi mesi alcuni clienti Wind con l’opzione di autoricarica Pieno Wind continuano, nonostante il rinnovo avvenuto dopo il 17 Giugno 2019, ad autoricaricarsi con le chiamate ricevute dai clienti “3″ anzichè con le chiamate ricevute dai clienti iliad.

Invece con il Pieno SMS secondo altre testimonianze non si segnalano disservizi: gli SMS ricevuti da iliad concorrono al bonus e quelli di 3 no come è stato comunicato dall’ultima rimodulazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.