Altre Notizie

Vasto: Open Fiber è partner di Road to Siren, evento musicale in attesa del Siren Festival 2021

L’associazione Stardust Productions, in collaborazione col Comune di Vasto e in partnership con Open Fiber, presenta “Road to Siren”, il primo di una serie di eventi in vista del Siren Festival 2021.

Il festival musicale avrà luogo nel comune abruzzese di Vasto, presso il Cortile D’Avalos, da domani 22 agosto 2020 fino a domenica 23 agosto 2020.

Ecco alcune dichiarazioni rilasciate in una nota dagli organizzatori dell’evento:

Dopo la pausa del 2019 e l’impossibilità di realizzare l’edizione del 2020, “Road to Siren” è un evento voluto fortemente che, in questa strana estate, vuole rappresentare simbolicamente la ripartenza, passo dopo passo per riscoprire la sinergia tra il Siren Festival e la suggestiva città marittima di Vasto

Tra i partner ufficiali del festival ci sarà anche Open Fiber, che ha già contribuito alla realizzazione del GoGreen Festival, l’evento che si terrà oggi 21 agosto 2020 a Bagheria.

Road to Siren, avrà una line-up interamente made in Italy: domani infatti saliranno sul palco Coma Berenices, The Tangram e Lucio Corsi.

Coma Berenices è una band fondata da Antonella Bianco (chitarra elettrica, tastiere) e Daniela Capalbo (chitarra elettrica, chitarra acustica, mandolino). Il loro ultimo album, “Archetype”, pubblicato da Lumaca Dischi, è caratterizzato da sonorità acustiche ed elettriche, contaminazioni ritmiche e melodie intime.

The Tangram, invece, è una giovane band abruzzese che propone un mix di micro wave, soul e funk. La band ha da poco pubblicato per IRMA records i due singoli “Why” e “Awesome” in attesa dell’esordio discografico previsto per il prossimo autunno.

Lucio Corsi, infine, è un cantautore e musicista italiano, il cui stile narrativo di cantastorie si incontra con la vampa glam rock degli arrangiamenti live.

open fiber partner di road to siren

Domenica 23 agosto 2020, sempre presso il Cortile D’Avalos, Siren Film presenterà in anteprima abruzzese “PJ Harvey: a Dog Called Money“: il documentario di Seamus Murphy (distribuito da Wanted Cinema), in cui le immagini del fotografo e regista si uniscono alle parole e alle note di PJ Harvey.

Dai viaggi del fotografo in Afganistan, Kosovo e Washiton DC, accompagnato dalla musicista britannica, nasce l’album pubblicato nel 2016 “The Hope Six Demolition Project“, 11 tracce registrate in in uno studio a Londra costruito appositamente.

I biglietti dell’evento, che si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-Covid (con sedute a distanza di sicurezza), sono limitati e potranno essere acquistati sul sito di diyticket.

La giornata di domani 22 Agosto 2020 risulta già sold out, mentre sono ancora disponibili posti, seppure limitati, per la data del 23 Agosto 2020.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button