TlcTim

ASATI sui risultati TIM: serve un nuovo piano in tempi brevi per eliminare le criticità

Asati ha commentato i risultati presentati da TIM per il primo trimestre dell’anno con la call conference di oggi, 19 Maggio 2020. Il Presidente di Asati, Franco Lombardi, ha parlato dell’esigenza di un nuovo piano per eliminare alcune criticità.

L’Associazione Azionisti Telecom Italia ha riconosciuto il lavoro svolto dal management per ridurre il debito (per circa 900 milioni di euro) e migliorare il flusso di cassa grazie alle iniziative strategiche lanciate già l’anno scorso e che iniziano adesso a tradursi in risultati concreti per il Gruppo.

Nonostante ciò, secondo Asati restano ancora delle criticità sul fronte dei ricavi e dell’EBITDA, che come noto sono scesi rispettivamente del -10,6% e del -10,8%.

Chiaramente, come evidenziato anche dall’AD Luigi Gubitosi, i risultati sono stati parzialmente influenzati dal lockdown e dunque dalla mole minore di vendite nel mese di Marzo 2020, ma secondo Asati i valori evidenziano comunque la necessità di lavorare per consolidare il posizionamento di TIM sul mercato.

L’associazione auspica infatti che il Gruppo possa definire un nuovo piano operativo per eliminare le principali criticità in tempi brevi, riuscendo a stabilizzare i ricavi e ridurre i costi della rete. Al Governo, va ancora una volta l’appello del Presidente Lombardi per la realizzazione di una rete d’accesso unica che possa offrire vantaggi a tutte le parti coinvolte.

In tema di rete unica, Luigi Gubitosi ha oggi affermato che il contesto politico è sempre più favorevole all’ipotesi, ma che dovrà essere proprio il Governo a decidere la strategia da adottare con la rete.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close