Vodafone

Rimodulazione verso Vodafone Basic, la nuova tariffa base a consumo dal 28 ottobre 2022

Share

A partire dal 28 ottobre 2022 tanti già clienti privati ricaricabili Vodafone avranno il nuovo profilo tariffario base sulla propria SIM Vodafone Basic.

Il gestore telefonico, per continuare il suo processo di semplificazione tariffaria, ha deciso di effettuare una nuova modifica unilaterale delle condizioni contrattuali per eliminare tante tariffe a consumo non più in commercio.

La tariffa Vodafone Basic, denominata anche piano della SIM o profilo tariffario, prevede i seguenti costi a consumo:

  • 29 centesimi di euro al minuto verso tutti i numeri nazionali con uno scatto alla risposta di 20 centesimi di euro. La tariffazione è a scatti anticipati di 60 secondi;
  • Il costo del singolo SMS è di 34 centesimi di euro caduno;
  • Il costo massimo della promo Daily per la navigazione in internet mobile è di 6,60 euro al giorno, costo che si attiva alla prima connessione dati del giorno.

La tariffa Vodafone Basic si applica sia per il traffico sviluppato in Italia che in roaming nei Paesi dell’Unione Europea, se non ci sono altre offerte attive nella SIM ricaricabile.

I clienti Vodafone coinvolti da questa rimodulazione tariffaria stanno ricevendo un SMS informativo, a partire da ieri 27 settembre 2022, secondo quanto riportato dall’operatore nel suo sito ufficiale.

Ecco un esempio di testo inviato ai clienti Vodafone impattati:

Modifica contrattuale: Per darti un’offerta più semplice e chiara, a partire dal 01/11/2022, il costo del tuo piano telefonico cambia come segue: scatto alla risposta di 0,20 euro, 0,29 euro al minuto verso tutti gli operatori fissi e mobili a scatti anticipati di 60 secondi, 0,34 euro per ogni sms inviato, connessione giornaliera ad internet al costo massimo di 6,60 euro addebitati alla prima connessione dati del giorno.

Le nuove tariffe valgono anche per il traffico sviluppato in roaming nei Paesi dell’Unione Europea. Inoltre il tuo piano tariffario non sarà più compatibile con l’opzione Giga Ricarica.

Puoi recedere dal contratto o cambiare operatore, senza penali ne’ costi di disattivazione entro il 08/12/2022 su voda.it/disdettalineamobile, nei negozi Vodafone, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190, 10015 Ivrea (TO), o via PEC a disdette@vodafone.pec.it o contattando il 42606, specificando la causale Modifica delle condizioni contrattuali.

Le tariffe a consumo impattate sono le seguenti: C’All 25, One Nation 10, VF Autoricarica Chiama, Vodafone 10 Autoricarica, Vodafone 15, Vodafone 19, Vodafone 25, Vodafone 25 New, Vodafone Infinity Ric, Vodafone Italy, Vodafone New, Vodafone People Special Ric, Vodafone Più Carica, Vodafone Sera, Vodafone Simply, Vodafone Tutti, You & Vodafone, You & Vodafone New e Zero Limits.

Nella lista è presente anche Vodafone 25 New, il piano ancora in commercio e attivabile di default quando si attiva una nuova sim ricaricabile. Le nuove attivazioni non sono coinvolte da tale modifica contrattuale.

Fonte Behance. Spot di Francesco Totti per presentare la tariffa Vodafone 10 Autoricarica nata a Novembre 2009

I clienti Vodafone con le tariffe Autoricarica Chiama Super, VF Autoricarica Chiama, Vodafone 10 Autoricarica e Vodafone Più Carica, con la rimodulazione verso la tariffa Vodafone Basic non avranno più il meccanismo di autoricarica previsto nel piano tariffario. Quindi l’autoricarica non sarà più disponibile e il meccanismo sarà disattivato senza alcun costo aggiuntivo.

Ogni sim ricaricabile Vodafone prevede un profilo tariffario base a consumo, che si applica se non ci sono opzioni, promozioni o pacchetti eventualmente attivi sulla linea mobile (esempio: Vodafone Red Max, Vodafone Bronze, Vodafone Gold, etc.) o quando si esaurisce la quantità di minuti o SMS prevista dalle proprie offerte.

Si ricorda che le ultime offerte in commercio dell’operatore prevedono minuti e sms illimitati verso tutti i numeri nazionali.

Se il cliente Vodafone possiede un’offerta principale tariffaria attiva, in molti casi, questa modifica non comporta alcun cambiamento della sua spesa mensile.

L’operatore giustifica così questa nuova rimodulazione tariffaria: “Questa modifica è parte di una iniziativa di semplificazione complessiva delle offerte di Vodafone per renderle più trasparenti e rispondenti ai bisogni dei propri clienti“.

Il nuovo piano tariffario Vodafone Basic è incompatibile con la promozione Giga Ricarica. Quindi, in caso di ricarica nelle ricevitorie con il meccanismo Giga Ricarica, l’intera somma pagata dal cliente verrà ricaricata sulla SIM, senza l’erogazione di alcuni Giga aggiuntivi.

I clienti impattati da questa nuova modifica delle condizioni contrattuali, ai sensi dell’articolo 98 septies decies, comma 5 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259, della Delibera 519/15/CONS e delle Condizioni Generali di Contratto, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore, mantenendo il proprio numero telefonico, senza penali né costi di disattivazione entro 70 giorni dalla ricezione dell’SMS, specificando come causale del recesso “Modifica delle condizioni contrattuali“.

Il recesso gratuito, in caso di disdetta e/o passaggio ad un altro operatore, andrà effettuato via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, con raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 10015 Ivrea, Torino, oppure chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando il modulo dedicato nei negozi Vodafone o tramite la pagina dedicata del sito ufficiale dell’operatore come indicato nel messaggio informativo.

Nel caso in cui sia inclusa nell’offerta la rateizzazione di un device, il cliente potrà continuare a pagare le rate residue con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento scelto, oppure si potrà indicare nel modulo di recesso il pagamento delle rate in un’unica soluzione.

Con la fine ufficiale di alcune tariffe a consumo, come ad esempio Vodafone People Special Ric o Vodafone 10 Autoricarica o Vodafone Italy, finisce ufficialmente un’era nel mondo della telefonia mobile, visto che ormai da alcuni anni il consumatore paga un costo mensile anticipato per avere un pacchetto di minuti, sms e traffico dati anticipato.

Aggiornamento

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Disqus Comments Loading...

Post precedenti

Rimodulazione WINDTRE: maggiori dettagli sul comando OPTIN per rifiutare l’aumento

Nei giorni scorsi, WINDTRE ha informato alcuni suoi clienti di rete mobile di una nuova…

29 Novembre 2022

Cambium Networks: Luca Lo Bue, nuovo Key Account Manager per il mercato Italiano

Cambium Networks annuncia l'ingresso nel team italiano di Luca Lo Bue, che risponderà direttamente a…

29 Novembre 2022

WindTre WinDay: in regalo un buono sconto Amazon ad alcuni clienti

In questi giorni, grazie a una nuova promozione disponibile sul programma di fidelizzazione WinDay, alcuni…

29 Novembre 2022

NOOVLE, gruppo TIM: Elio Schiavo nominato nuovo Amministratore Delegato

TIM informa che il Consiglio di Amministrazione di Noovle, Società benefit interamente controllata dal Gruppo…

29 Novembre 2022

Vodafone Trade In: arriva il nuovo servizio con valutazione in denaro per smartphone usati

A partire da oggi 29 Novembre 2022, per tutti i clienti Vodafone è disponibile un…

29 Novembre 2022

Open Fiber pubblica i dati sull’avanzamento dei lavori nelle aree bianche del Paese

L'operatore wholesale only Open Fiber ha lanciato una sezione sul suo sito ufficiale, in cui…

29 Novembre 2022

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Scorrendo questa pagina, cliccando su un qualunque suo elemento, navigando sul sito e/o utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie