Rimodulazioni TariffarieWindTre

WindTre continua a informare i clienti ex 3 sulle rimodulazioni a scaglioni per uniformare sistemi

WindTre sta informando anche tramite SMS in merito alla rimodulazione per alcuni clienti ex brand 3 Italia, volta a uniformare i sistemi. Anche questa volta, è confermata la natura a scaglioni delle modifiche unilaterali, che entreranno in vigore con date diverse.

La notizia della nuova rimodulazione dedicata ai clienti ex brand 3 Italia era stata già comunicata sulla pagina del sito di WindTre dedicata alle informative per i consumatori, in data 14 Dicembre 2020.

In quella circostanza, era stato annunciato che i clienti ex brand 3 Italia coinvolti (quelli che ricevono l’SMS da parte dell’operatore) vedranno applicate nuove condizioni per extrasoglia dati e non solo.

La comunicazione di WindTre indicava come data di entrata in vigore delle nuove condizioni il 27 Gennaio 2021, e anche alcuni SMS inviati ai clienti confermano quanto comunicato.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Si ringrazia Giuseppe per la segnalazione.

Ecco il testo di un SMS inviato:

“Gentile cliente, a partire dal 27 Gennaio 2021 avvieremo un processo di innovazione tecnologica per uniformare i nostri sistemi, migliorare la tua esperienza e garantirti servizi più semplici da usare: avrai maggior controllo della spesa per il traffico internet non incluso nell’offerta e, al rinnovo del piano, il traffico è anticipato in caso di credito insufficiente per il primo mese senza addebiti aggiuntivi. Recesso senza costi da web, Racc. A/R, PEC, 159, negozi o cambio operatore fino al giorno prima. Info su https://windtre.it/info”.

Tuttavia, come già fatto in passato, anche in questo caso WindTre ha deciso di effettuare una rimodulazione a scaglioni, dal momento che stanno già iniziando a emergere in alcuni casi date diverse, come ad esempio il 10 Febbraio 2021. Non è quindi escluso che possano essere comunicate anche date diverse per altri clienti.

Si ricorda che, come evidenziato dall’operatore anche nella sua campagna SMS, il cliente che non volesse accettare le nuove condizioni potrà recedere senza penali né costi di disattivazione o cambiare operatore fino al giorno prima dell’entrata in vigore della modifica, inviando una comunicazione con causale di recesso “modifica delle condizioni contrattuali” attraverso i diversi canali messi a disposizione da WindTre.

In primo luogo, il recesso potrà avvenire tramite lettera raccomandata A/R all’indirizzo WindTre S.p.A. CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 Milano, oppure via PEC all’indirizzo servizioclienti159@pec.windtre.it o direttamente tramite un punto vendita dell’operatore.

I clienti potranno anche rivolgersi all’assistente digitale WILL presente nella loro area clienti o tramite l’App WindTre, o ancora sarà possibile chiamare il 159 per effettuare la richiesta previo accertamento dell’identità.

Vista la natura a scaglioni delle rimodulazioni, si consiglia come sempre ai clienti di monitorare la ricezione degli SMS da parte di WindTre e di leggerne l’intero contenuto per essere informati per tempo.

WindTre

Con la modifica unilaterale volta a uniformare i sistemi dell’operatore tramite il nuovo processo di innovazione tecnologica, per i clienti ex brand 3 Italia impattati si applicherà il nuovo meccanismo extrasoglia che prevede 1 Giga di traffico giornaliero al costo di 99 centesimi di euro, utilizzabile fino alle ore 23:59 del giorno di erogazione e con blocco della navigazione al termine, fino al giorno successivo.

In caso di credito insufficiente per attivazione e rinnovo delle opzioni attive sulla SIM, invece, il traffico incluso non verrà sospeso, ma sarà disponibile per un giorno solare, fino alle ore 23:59, al costo di 99 centesimi di euro.

Qualora il giorno successivo il credito fosse ancora insufficiente, il traffico incluso sarà nuovamente disponibile per ulteriori 2 giorni al costo di 99 centesimi di euro. Se il credito resterà ancora insufficiente la SIM resterà attiva in ricezione.

Si tratta proprio dello stesso meccanismo utilizzato in caso di ricarica in ritardo dal brand unico.

Tali costi, come indicato anche nell’SMS inviato, non si applicheranno per il primo mese dall’entrata in vigore della modifica unilaterale.

Infine, è previsto un costo per la segreteria telefonica di 12,40 centesimi di euro per ciascuna chiamata effettuata in Italia e per i clienti che disattiveranno le loro offerte All-In e Play dell’ex brand 3 Italia sarà disponibile il piano New Basic a 4 euro al mese.

I clienti coinvolti dalla rimodulazione in vigore a partire dal 27 Gennaio 2021 (ma anche con date diverse come sopra accennato) saranno quindi soggetti al processo di soft migration in seguito alla scelta di WindTre di uniformare i sistemi. Infatti, le modifiche sopra citate non sono altro che le condizioni base utilizzate da WindTre e dai clienti ex brand Wind.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button