TlcTiscali

Tiscali avvia la partnership con MistralPay, ma per il momento nessuna acquisizione

Dopo l’annuncio a Febbraio 2020 sull’acquisizione di Mistralpay per l’ingresso nel mercato dei pagamenti digitali, Tiscali ha adesso reso noto che è stata avviata la partnership commerciale con il Gruppo. Tuttavia, l’acquisizione prevista entro questo trimestre non verrà perfezionata al momento.

Tiscali aveva annunciato il suo ingresso nel nuovo mercato dei servizi digitali con l’acquisizione del 51% del Gruppo MistralPay, Istituto di Pagamento Europeo autorizzato per operare in area SEPA, che fornisce soluzioni di pagamento a privati e piccole e medie imprese e che nel 2019 aveva registrato ricavi per 2,7 milioni di euro.

L’operazione prevedeva l’acquisizione della quota in questione per un valore di 200.000 euro, con impegno a versare ulteriori 1,8 milioni di euro tramite aumento di capitale entro 24 mesi dal closing, tutto con mezzi proprio. Renato Soru, nuovamente alla guida di Tiscali, avrebbe ricoperto il ruolo di Presidente di MistralPay e il closing dell’accordo era previsto entro il secondo semestre dell’anno.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Tiscali UltraInternet

Adesso, con una comunicazione ufficiale, Tiscali ha reso noto che, a causa delle mutate condizioni del mercato anche conseguenti alla pandemia da Coronavirus, l’operazione di ingresso nell’azionariato di MistralPay sarà rimandata “a successive valutazioni” e quindi l’acquisizione del 51% per il momento non verrà perfezionata.

Nonostante ciò, ha preso comunque l’avvio la partnership commerciale con MistralPay che permette a Tiscali di entrare nel settore dei pagamenti digitali tramite un nuovo servizio di pagamento online volto a diversificare le attività del portale online di Tiscali, come previsto dal piano strategico dell’azienda sarda.

Si ricorda infatti che Tiscali nella presentazione del suo ultimo piano industriale aveva sottolineato l’esigenza di diversificare il portale e valorizzarlo anche attraverso nuovi servizi di e-commerce. Altri punti d’interesse, oltre al segmento dei pagamenti digitali, erano i settori delle utilities, dei viaggi e delle assicurazioni.

Lo scopo dell’azienda sembrerebbe infatti quello di affiancare la vendita dei suoi servizi con quella di altri servizi in partnership. Secondo le stime del board, il rilancio del portale online sarà un driver fondamentale per la crescita dei ricavi entro il 2022.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button