Tim Fisso

TIM attiva la banda ultralarga fino a 200Mbps in centinaia di comuni italiani: ecco la lista

TIM ha reso noto oggi di aver attivato la sua banda ultralarga in numerosi comuni di diverse regioni italiane, come risultato dell’iniziativa in attuazione del decreto Cura Italia per potenziare le infrastrutture del Paese.

Così, TIM ha accelerato lo sviluppo della sua fibra ottica in diverse aree bianche delle regioni Sicilia, Toscana, Lazio, Abruzzo, Sardegna, Umbria, Molise, Marche, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Puglia, Campania, Calabria e Basilicata. Con il programma dell’operatore, i cittadini delle aree coinvolte potranno attivare i servizi in banda ultralarga fino a 200 Mbps nelle zone rurali e a bassa densità di popolazione.

Tim

Iniziando con la Sicilia, i comuni coperti sono 66, attraverso l’accensione di 313 armadi stradali collegati alla rete FTTC.

I comuni coperti nelle province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Siracusa e Trapani sono: Bolognetta, Cerda, Giardinello, Gratteri, Lascari, Mezzojuso, Montelepre, Montemaggiore Belsito, Petralia Soprana, Pollina, Prizzi, San Cipirello, Sclafani Bagni, Torretta, Valledolmo, Villafrati, Agrigento, Alessandria della Rocca, Calamonaci, Cammarata, Santa Elisabetta, Santa Margherita di Belice, Santo Stefano Quisquina, Montedoro, Serradifalco, Aci Bonaccorsi, Belpasso, Camporotondo Etneo, Castel di Iudica, Mazzarrone, Nicolosi, Valverde, Assoro, Villarosa, Alì Terme, Brolo, Capri Leone, Castell’Umberto, Francavilla Di Sicilia, Furci Siculo, Gaggi, Graniti, Librizzi, Longi, Mandanici, Merì, Militello Rosmarino, Nizza Di Sicilia, Pagliara, Piraino, Roccalumera, Roccavaldina, San Piero Patti, Santa Marina Salina, Sant’Alessio Siculo, Sant’Angelo di Brolo, Saponara, Spadafora, Ucria, Valdina, Venetico, Buccheri, Gibellina, Salemi, Santa Ninfa e Vita.

In Toscana i comuni coperti sono 74, per mezzo di 319 armadi stradali, nelle province di Firenze, Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia e Siena.

Di seguito la lista dei comuni: Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Barberino Tavarnelle, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Cerreto Guidi, Empoli, Figline e Incisa Valdarno, Firenzuola, Gambassi Terme, Marradi, Montaione, Pelago, Pontassieve, Rignano sull’Arno, Rufina, San Casciano in Val di Pesa, Scarperia e San Piero, Vaglia, Anghiari, Bucine, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolo’, Castiglion Fibocchi, Monterchi, Pratovecchio Stia, Sansepolcro, Subbiano, Talla, Civitella Paganico, Gavorrano, Grosseto e Scansano, Bibbona, Cecina, Piombino, Rosignano Marittimo e Suvereto, Altopascio, Bagni di Lucca, Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli, Montecarlo, Piazza al Serchio, Pietrasanta e Porcari, Casola in Lunigiana, Filattiera, Fivizzano, Pontremoli, Tresana e Villafranca in Lunigiana, Bientina, Calcinaia, Casciana Terme Lari, Castelfranco di Sotto, Crespina Lorenzana, Peccioli, Pomarance, San Giuliano Terme, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Terricciola, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Quarrata, Sambuca Pistoiese e San Marcello Piteglio, Asciano, Monteriggioni, Monticiano, Poggibonsi e San Gimignano.

Quanto al Lazio, la fibra di TIM ha raggiunto 47 comuni nelle province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, con l’impiego di 221 armadi stradali collegati alla rete FTTC.

Si parla dei seguenti comuni: Arsoli, Fiumicino, Montelanico, Montelibretti, Morlupo e Saracinesco, Acquafondata, Aquino, Arce, Ausonia, Broccostella, Campoli Appennino, Castelliri, Castro Dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Cervaro, Coreno Ausonio, Esperia, Ferentino, Fontana Liri, Fontechiari, Morolo, Piglio e San Biagio Saracinisco, Latina, Aprilia, Castelforte, Formia, Minturno, Sperlonga e Terracina, Antrodoco, Borgo Velino, Cottanello, Forano, Greccio, Montopoli di Sabina, Montasola, Petrella Salto, Rocca Sinibalda e Varco Sabino, Acquapendente e Bagnoregio.

In Abruzzo i comuni sono 20, in provincia di L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo, mediante accensione di 139 armadi stradali. Ecco i comuni: L’ Aquila, Pescina, San Benedetto dei Marsi, Tagliacozzo, San Giovanni Teatino, Ortona, Pollutri, Casalbordino, Collecorvino, Farindola, Penne, Picciano, Pianella, Torricella Sicura, Castellato, Teramo, Montorio al Vomano, Sant’ Omero, Canzano, Torano Nuovo.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

In Sardegna sono stati coperti 13 comuni con 21 cabinet collegati alla rete FTTC, nelle province di Cagliari, Nuoro, Oristano e Sud Sardegna. Si tratta dei comuni di Maracalagonis, Quartucciu e Sinnai, Girasole e Macomer, Masullas, Mogoro, Simaxis, Siris, Iglesias, Musei, Pimentel e Serdiana.

In Umbria invece TIM ha portato la banda ultralarga in 15 comuni con 86 armadi stradali collegati: Bettona, Campello sul Clitunno, Citerna, Collazzone, Fratta Tadina, Massa Martana, Perugia, San Giustino, Spoleto, Torgiano, Acquasparta, Montecastrilli, San Gemini, San Venanzo e Terni.

Passando adesso al Molise, i comuni interessati sono 18, nelle aree bianche in provincia di Campobasso e Isernia, collegati tramite l’accensione di 112 armadi: Bojano, Colle d’Anchise, Ferrazzano, Montenero di Bisaccia, Palata, San Giacomo degli Schiavoni, San Massimo, Sepino, Spinete, Ururi e Vinchiaturo, Agnone, Belmonte del Sannio , Capracotta, Civitanova del Sannio, Carpinone, Filignano e Poggio Sannita.

Sale il numero per le Marche, con 55 comuni collegati tramite 301 armadi stradali nelle province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro e Urbino. Di seguito la lista:

Agugliano, Corinaldo, Cupramontana, Jesi, Mergo, Monte Roberto, Montemarciano, Osimo, Poggio San Marcello, Polverigi, Rosora, Serra de’ Conti, Serra San Quirico, Trecastelli, Acquaviva Picena, Ascoli Piceno, Castel di Lama, Castorano, Grottammare, Monteprandone, San Benedetto del Tronto, Altidona, Campofilone, Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Pedaso, Petritoli, Porto Sant’Elpidio, Rapagnano, Sant’Elpidio a Mare, Torre San Patrizio, Appignano, Civitanova Marche, Corridonia, Loro Piceno, Macerata, Pollenza, Ripe San Ginesio, Treia, Belforte all’Isauro, Colli al Metauro, Fano, Fermignano, Lunano, Macerata Feltria, Mercatino Conca, Montecerignone, Montecalvo in Foglia, Monteciccardo, Piandimeleto, Piobbico, Sassofeltrio, Urbino e Vallefoglia.

In Emilia Romagna TIM ha attivato la banda ultralarga fino a 200 Mbps nelle aree bianche di 74 comuni, tramite l’accensione di 317 armadi nelle province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio nell’Emilia e Rimini.

Di seguito la lista: Alto Reno Terme, Castiglione dei Pepoli, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Imola, Loiano, Mordano, Ozzano dell’ Emilia, Pianoro, Val Samoggia, Vergato, Bondeno, Comacchio, Ferrara, Lagosanto, Vigarano Mainarda, Voghiera, Longiano, Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Carpi, Castel Franco Emilia, Formigine, Marano sul Panaro, Mirandola, Modena, Savignano sul Panaro, Albareto, Collecchio, Lesignano de’ Bagni, Medesano, Parma, Sala Baganza, Salsomaggiore Terme, Sormolo Mezzani, Traversetolo, Calendasco, Caorso, Carpaneto Piacentino, Castell’Arquato, Castelvetro Piacentino, Cortemaggiore, Gropparello, Lugagnano Val d’Arna, Piacenza, Podenzano, Ponte dell’ Olio, San Giorgio Piacentino, San Pietro in Cerro, Sarmato, Travo, Vernasca, Vigolzone, Ziano Piacentino, Conselice, Ravenna, Boretto, Campegine, Casalgrande, Casina, Poviglio, Reggio nell’Emilia, Reggiolo, Scandiano, Maiolo, Montefiore Conca, Novafeltria, Poggio Torriana, Rimini, Saludecio, San Clemente, San Leo, Talamello.

Passando al Trentino Alto Adige, qui TIM ha reso disponibile la banda ultralarga nelle aree bianche di 39 comuni, che ricadono tutti nella Provincia di Trento, attraverso l’accensione di 215 armadi stradali.

Ecco la lista: Ala, Andalo, Avio, Baselga di Pinè, Borgo Valsugana, Brentonico, Calceranica al Lago, Caldonazzo, Carano, Castelnuovo, Cavalese, Civezzano, Cles, Drena, Faedo, Fai della Paganella, Lavis, Levico Terme, Mezzocorono, Mezzolombardo, Molveno, Mori, Nogaredo, Novaledo, Pergine Valsugana, Pomarolo,Predazzo, Ronzone, Rovereto, San Michele all’Adige, Sanzeno, Sormaggiore, Sporminore, Terre d’Adige, Tione di Trento, Tre Ville, Villa Lagarina, Ville d’ Anaunia e Volano.

Nella regione Friuli Venezia Giulia l’operatore ha comunicato il collegamento di 19 comuni distribuiti nelle province di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine, con l’accensione di 93 cabinet stradali in tutta la regione.

Di seguito i comuni interessati: San Floriano Dell Collio, Turriaco e Romans d’Isonzo, Fiume Veneto, Pasiano Di Pordenone, Pravisdomini, San Martino Al Tagliamento, Valvasone Arzene, Trieste, Bagnaria Arsa, Basiliano, Fagagna, Fiumicello Villa Vicentina, Palmanova, San Pietro al Natisone, Tarcento, Tarvisio, Tolmezzo e Tricesimo.

TIM

In Veneto la FTTC di TIM fino a 200 Mbps è stata già attivata in 118 comuni tramite l’accensione di 478 armadi stradali. I comuni interessati dall’intervento sono distribuiti nelle province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

Ecco la lista completa: Alleghe, Alpago, Auronzo di Cadore, Belluno, Borgo Valbelluna, Cencenighe Agordino, Cibiana di Cadore, Pedavena, Perarolo di Cadore, Pieve di Cadore, Rocca Pietore, San Pietro di Cadore, Sospirolo, Soverzene, Sovramonte, Voltago Agordino, Baone, Battaglia Terme, Borgo Veneto, Brugine, Cadoneghe, Campo San Martino, Campodarsego, Campodoro, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Conselve, Curtarolo, Este, Legnaro, Loreggia, Lozzo Atestino, Masi, Ospedaletto Euganeo, Piazzola sul Brenta, San Giorgio delle Pertiche, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari, Santa Giustina in Colle, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Stanghella, Teolo, Tombolo, Tribano, Vigodarzere, Villafranca Padovana, Villanova di Camposampiero, Adria, Badia Polesine, Canaro, Castelmassa, Castelnovo Bariano, Ceregnano, Porto Tolle, Rovigo, Asolo, Casale sul Sile, Casier, Castello di Godego, Colle Umberto, Cordignano, Cornuda, Crocetta del Montello, Istrana, Mogliano Veneto, Nervesa della Battaglia, Ormelle, Orsago, Ponzano Veneto, San Fior, San Vendemiano, San Zenone degli Ezzelini, Segusino, Silea, Volpago del Montello, Campolongo Maggiore, Caorle, Concordia Sagittaria, Fossalta di Portogruaro, Portogruaro, Affi, Albaredo d’Adige, Badia Calavema, Bevilacqua, Bosco Chesanuova, Caldiero, Castagnaro, Dolcè, Fumane, Garda, Grezzana, Isola della Scala, Isola Rizza, Minerbe, Nogara, Oppeano, Palù, Rivoli Veronese, Roverè Veronese, San Pietro in Cariano, San Zeno di Montagna, Vestenanova, Vigasio, Villa Bartolomea, Zevio, Arcugnano, Asiago, Carrè, Longare, Montecchio Maggiore, Monteviale, Romano d’Ezzelino, San Vito di Leguzzano, Sossano, Sovizzo, Tezze sul Brenta, Thiene e Villaverla.

Passando poi alla Puglia, TIM ha annunciato l’accensione della banda ultralarga in 8 comuni, tramite l’accensione di 39 cabinet. Le aree interessate sono Alliste, Arnesano, San Pietro in Lama, Seclì e Tricase per la Provincia di Lecce, Roccaforzata per la Provincia di TarantoBrindisi e Foggia.

In Campania sono stati raggiunti dalla FTTC di TIM 79 comuni, con l’accensione di 334 armadi stradali.

I comuni coperti, distribuiti nelle province di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, sono i seguenti: Carbonara di Nola, Casola di Napoli, Casoria, Lacco Ameno, San Paolo Bel Sito, Scisciano, Serrara Fontana, Aiello del Sabato, Candida, Capriglia Irpina, Grottolella, Manocalzati, Monte Forte Irpino, Parolise, Pietradefusi, Prata di Principato Ultra, Pratola Serra, Quadrelle, San Potito Ultra, Sant’Angelo dei Lombardi, Sirignano, Arpaia, Bucciano, Ceppaloni, Cerreto Sannita, Colle Sannita, Faicchio, Foglianise, Limatola, Moiano, Morcone, Paduli, Paolisi, Paupisi, Pesco Sannita, San Marco dei Cavoti, San Nicola Manfredi, Torrecuso, Vitulano, Alvignano, Caiazzo, Camigliano, Cancello ed Arnone, Castel Morrone, Frignano, Gallo Matese, Grazzanise, Macerata Campania, Mignano Monte Lungo, Pastorano, Piana di Monte Verna, Pietramelara, Prata Sannita, Roccaromana, San Marcellino, Santa Maria la Fossa, Valle di Maddaloni, Villa di Briano, Vitulazio, Altavilla Silentina, Battipaglia, Camerota, Casal Velino, Castellabate, Castel Nuovo Cilento, Centola, Contursi Terme, Ispani, Maiori, Monte San Giacomo, Montecorvino Pugliano, Olevano sul Tusciano, Praiano, Salento, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte, San Valentino Torio, Sant’Angelo a Fasanella e Vibonati.

Nella regione Calabria invece i comuni coperti dalla FTTC TIM sono 13, distribuiti nelle province di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Il piano prevede l’accensione complessiva di 32 cabinet stradali.

Di seguito la lista dei comuni: Catanzaro, Cerva, Lamezia Terme, San Floro, Acquaformosa, Mottafollone, San Sosti, Maropati, San Pietro Di Caridà, San Procopio, Sinopoli, Arena e Dasà.

Infine, in Basilicata i comuni raggiunti dalla banda ultralarga di TIM sono 4, grazie all’accensione di 14 armadi. I comuni, nelle province di Potenza e Matera, sono Cancellara, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore e Pisticci.

TIM ha inoltre comunicato che per assicurare una connessione ultrabroadband anche nei comuni non ancora raggiunti dalla fibra si impegnerà per la diffusione di connessione ultrabroadband grazie alla tecnologia FWA, Fixed Wireless Access.

Aggiornamento.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button