Tiscali Mobile 4G: Basic e Full con diversi limiti di velocità. Non servirà sostituire la SIM


Tiscali si avvicina al lancio del suo 4G su rete TIM, dopo aver ufficializzato i test sulle sue SIM. tramite un post su Instagram. Emergono adesso ulteriori dettagli sulle caratteristiche tecniche della nuova connessione, che dovrebbe essere lanciata a Dicembre 2019.

Secondo informazioni verificate, l’azienda sarda avrebbe intenzione di proporre due diverse “varianti” commerciali, che potrebbero essere chiamate 4G Basic e 4G Full, con una differenza sul fronte della velocità massima di navigazione disponibile.

In tal senso, il 4G Basic dovrebbe offrire una connessione alla velocità massima di 30 Mbps in download, esattamente come accade con Kena Mobile, l’operatore semivirtuale di TIM.

Invece, il 4G Full di Tiscali dovrebbe offrire una velocità massima maggiore, probabilmente pari a 100 o 150 Mbps in download. Si evidenzia, in tal senso, che la velocità massima di 100 Mbps in download è quella utilizzata da CoopVoce e Digi Mobil, sempre su rete TIM.

Stando a quanto appreso, le offerte dell’operatore avranno quindi inclusa una delle due varianti di 4G, che permetteranno navigazioni a velocità diversa; in altri termini, i clienti accederebbero a una delle due varianti a seconda dell’offerta tariffaria scelta.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Tiscali 4G

Chiaramente, il passaggio alla rete 4G di TIM non prevede alcun cambio SIM per i già clienti, in quanto non è previsto nessun passaggio a Full MVNO (Tiscali è un operatore ESP), come invece nel caso di CoopVoce.

Si ricorda ancora una volta che quelle fin qui presentate sono delle prime bozze verificate direttamente con Tiscali, ma non è stato ancora reso noto niente di certo e ufficiale sull’argomento, al netto della già citata ufficializzazione dei test sulle SIM.

A riguardo, si segnala che alcuni clienti Tiscali starebbero già riuscendo a navigare talvolta sulla rete 4G in determinate zone di alcune città, ancora in via del tutto sperimentale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.