E se San Marino diventasse l’oasi Europea del 5G?


Il Memorandum of Understanding firmato lunedì 17 luglio 2017 da alcune personalità di spicco di TIM e il Segretario di Stato della Repubblica di San Marino Andrea Zafferani, ha introdotto alla fase operativa del progetto di sperimentazione del servizio 5G nel territorio sanmarinese. Grazie all’accordo raggiunto con TIM, San Marino potrebbe diventare il primo stato d’Europa ad avere la rete 5G, sviluppandosi nella diffusione di una tecnologia in cui paesi asiatici come Giappone e Sud Corea rappresentano gli esempi di maggior rilevanza.

Grazie al raddoppio dei siti mobili esistenti all’interno del territorio nazionale e all’installazione delle “small cell” (antenne con dimensioni più ridotte, e che avrebbero un impatto ambientale minore, e che garantirebbero una banda larga molto stabile e affidabile) sarebbe possibile avviare la sperimentazione della rete 5G entro l’inizio del 2018. Il traguardo non sarebbe da sottovalutare, visto che la rete 5G era stata una priorità anche per il programma Horizon 2020, cioè la strategia di sviluppo e crescita che l’Unione Europea sta intraprendendo dal 2010. La sperimentazione sarà avviata introducendo sulle basi mobili e sulle small cells frequenze aggiuntive dedicate all’Interfaccia radio 5G.

La disponibilità della rete 5G, con prestazioni dieci volte maggiori rispetto a quelle della rete 4G, permetterebbe di migliorare la vita non solo dei privati e delle imprese, ma anche della Pubblica Amministrazione, delle università, ecc., grazie all’erogazione di servizi migliori per quanto riguarda la Pubblica Sicurezza, l’Ambiente, la Sanita, ecc. In particolare, la collaborazione di TIM sarà molto importante per quanto riguarda i servizi Smart City (come ad esempio quelli che attengono alla gestione intelligente dei parcheggi) e i servizi per la pubblica sicurezza. D’altronde lo stesso Giovanni Ferigo, Direttore Technology di TIM, ha sostenuto, in occasione dell’evento, che nella banda ultralarga c’è scritto il futuro sviluppo delle città e che il traguardo darà sicuramente molto risalto a TIM, autrice del primo stato in Europa ad avere il 5G. La stessa scelta della Repubblica di San Marino è dettata dalla particolare conformazione geografica e industriale che incentiva lo sviluppo tecnologico, che a sua volta non può che riversarsi sul territorio e sulla società.

Al tempo stesso, un tale traguardo porrebbe la Serenissima Repubblica a presentarsi nel novero dei Paesi in cui è più diffusa la rete mobile 5G, insieme a due altri Paesi storici del progresso tecnologico: Giappone e Corea del Sud.

La firma di questo accordo dimostra la capacità di TIM di essere leader nei processi di innovazione – ha dichiarato Giovanni Ferigo, Direttore Technology di TIM -. Siamo tra i primi al mondo ad investire nello sviluppo di nuove reti a banda ultralarga: dentro c’è il futuro, le connessioni veloci e lo sviluppo delle città. Quando parliamo di big data, di digital identity e di Internet of Things siamo consapevoli che alla base di tutto questo c’è sempre la qualità e la velocità delle reti. TIM ha il privilegio di essere l’azienda trainante per lo sviluppo della cultura digitale e oggi questo accordo aggiunge un altro importante tassello alla nostra strategia permettendoci di realizzare il Primo Stato al Mondo 5G, proiettando la Repubblica di San Marino nel futuro in anticipo rispetto a Paesi da sempre leader nell’innovazione tecnologica quali Giappone e Corea del Sud”.

Siamo estremamente soddisfatti e felici che TIM abbia scelto la Repubblica di San Marino quale primo Paese al mondo per la sperimentazione di una tecnologia innovativa quale quella 5G, legata alla rete mobile. Una decisione – ha dichiarato Andrea Zafferani, Segretario di Stato all’Industria con delega alle Telecomunicazioni – che conferma e rafforza ulteriormente il legame che ha il Gruppo TIM con il Paese. Una condivisione di intenti e di scelte strategiche che hanno portato negli anni alla realizzazione di importanti infrastrutture, oltre che all’arricchimento dato dalla presenza di società sammarinesi che operano sul territorio e che non fanno altro che rafforzare e dare valore alla presenza del Gruppo TIM nella Repubblica. I servizi e le applicazioni che deriveranno dall’introduzione del 5G non potranno che favorire, in un immediato futuro, il mondo produttivo e la collettività sammarinese”.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, Google+ e iscriviti gratis nel nostro canale @mondomobileweb dell'App Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus