Antitrust: sanzioni nei contratti a distanza e fuori dai locali commerciali per Tim, Vodafone, Wind, FastWeb e Tiscali


L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust Italia) ha irrogato alle principali compagnie telefoniche (Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali) sanzioni per un totale di 9 milioni di euro per aver adottato condotte illecite in violazione delle norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights, nell’ambito della commercializzazione a distanza, online o al telefono, o fuori dei locali commerciali (presso gli stand ad esempio) di servizi di telefonia fissa e/o mobile.

I casi riguardano principalmente la prassi seguita dagli operatori del settore di dare inizio all’esecuzione del contratto, procedendo all’avvio del processo di attivazione della linea e/o di migrazione da altro operatore, durante la pendenza del termine di 14 giorni previsto per esercitare il diritto di recesso (c.d. periodo di ripensamento) senza acquisire un’espressa richiesta in tal senso da parte del consumatore.

Il codice del consumo, diversamente, prevede che l’esecuzione del contratto durante il periodo di recesso sia sottratta alla sfera decisionale delle aziende, disciplinandola come una opzione rimessa alla decisione del solo consumatore che, qualora interessato, dovrà farne espressa richiesta, senza che la conclusione del contratto possa in alcun modo essere condizionata dall’assenza di tale volontà.

In tutti e 5 i casi l’Autorità ha accertato l’adozione da parte degli operatori di almeno tre condotte illecite in violazione dei requisiti informativi e formali fissati dalla disciplina: l’assenza dell’informativa richiesta dal codice del consumo, nel sito web e nelle condizioni generali di contratto, sia in merito al regime dei costi praticato nel caso di esecuzione anticipata del contratto e di successivo recesso del consumatore, sia in merito alla circostanza che eventuali costi sono dovuti solo nel caso in cui l’anticipazione sia stata espressamente richiesta dal consumatore; la conclusione di contratti online, al telefono o fuori dei locali commerciali procedendo all’avvio delle c.d. procedure di provisioning di attivazione di una nuova linea fissa o di migrazione da altro operatore in assenza dell’autonoma richiesta esplicita del consumatore prevista dalla normativa e, in ogni caso, senza metterlo nella condizione di poter liberamente scegliere tale opzione e di poter concludere il contratto a distanza o fuori dei locali commerciali in assenza di tale volontà; in caso di esercizio del diritto di ripensamento, l’addebito o la previsione di costi non dovuti in assenza della predetta informativa e/o della richiesta esplicita.

Nei confronti di alcuni operatori sono state accertate ulteriori condotte in violazione delle norme consumer rights. Per quanto riguarda Tiscali, l’Autorità ha accertato, in linea con i precedenti, la non conformità delle procedure di teleselling rispetto a quanto stabilito dalla disciplina. Nei confronti di Wind e Fastweb, è stata rilevata l’illiceità di condotte essenzialmente consistenti nel non far decorrere il termine per l’esercizio del diritto di ripensamento dalla proposta di concludere il contratto rivolta dai consumatori agli operatori.

Per ulteriori informazioni:

Comunicato Stampa AGCM

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, Google+ e iscriviti gratis nel nostro canale @mondomobileweb dell'App Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • rocco

    Manca h3g eh… Poi dicono il contrario , ed invece in questo caso pare non essere nell’ elenco

  • Zer07

    Appena successo con fastweb: ricevuta l’11 del 7 tutta la documentazione da firmare, ero fuori sede e momentaneamente impossibilitato a farlo, ma fastweb non ha atteso e son rimasto con la sim Wind disattivata.

  • Carlo Benedetti

    La 3 fa parte di Wind ormai. Poi è un operatore talmente imbarazzante che questa cosa non farebbe granché differenza.

  • solurimbr

    Li hanno multati perche’ sono stati troppo veloci nell’attivazione/migrazione, ma dovevano attendere i 14gg del possibile ripensamento? Secondo me e’ una cavolata, ma se la norma e’ quella, giusta la multa ….che comunque recuperano con gli interessi alla prossima rimodulazione/trucchetto.

  • Yoshi

    AGCOM i mantenuti d’Italia.

  • rocco

    Ma vivi in un mondo tuo.

  • Carlo Benedetti

    Mio e di tanti altri!;)

  • veloximpetus

    ogni tanto fanno qualcosa all’agcom

  • Rita

    Capirai quanto se ne fregano se gli arriva la multa. Per loro 9 milioni di euro sono spiccioli, sanno bene come recuperarli…

  • Dess

    Ma della sospensione della fatturazione ogni 28 giorni per la linea si è saputo più nulla? Tempo fa circolarono un sacco di notizie che dicevano doveva essere abolita, a me intanto ogni 28 arrivano!

  • rocco

    Non è stata multata h3g. Basta con questo terrorismo per denigrare un operatore che ha permesso a chi aveva pochi euro di avere smartphone con il solo bancomat e piano voce internet compreso .W la Cina!

  • Giacomo Boldrini

    all’epoca dicevano che se la cosa va avanti vanno segnalati all’AGCOM ma è passato così tanto che forse la faccenda è cambiata…nel caso basta chiamare il settore commerciale del proprio operatore e chiedere di verificare se sia corretta la fatturazione ogni 28 giorni o se è l’ennesima fregatura che fanno passare silenziosamente sotto la porta, specificando che oltre al loro parere si chiederà quello dell’AGCOM. di solito basta nominarli per far tornare tutti sull’attenti 🙂

  • Mario Taddei

    io credo che non è stata multata H3G solo perchè il sito on line ci mette ben più di 14 giorni per attivarti o farti MNP e le varie campagne telefoniche win back non ti inviano SIM a domicilio ma ti invitano a presentarti in negozio quindi al di fuori della previsione normativa. Per quanto riguarda la Cina poi io credo che essere preso a calci nel sedere da un operatore cinese ti fà ancora più male perchè capisci che siamo proprio terra di conquista e in fondo siamo noi tutti, io per primo, che lo permettiamo abboccando alle varie offerte rimodulate dopo pochi giorni a più del doppio.

  • rocco

    Sono interpretazioni sterili , non in linea con i fatti : ho attivato la iper giga 30 gb di Tim con operatore . E mi aveva confermato che non era vincolante ricaricare x 24 mesi. Invece non era così. La SIM è arrivata in 16 giorni. Il mondo tuo e degli altri non è il mio per fortuna!

  • Mario Taddei

    questo e’ un gruppo gratuito in cui condividiamo le esperienze per crescere e risparmiare non per fare polemiche. Tu stai bene con Tre restaci nessuno ti dice il contrario ci mancherebbe altro

  • rocco

    Giura? Quindi non affermare che Tre è un operatore imbarazzante … È una tua esperienza . La polemica era considerata un’ arte dai greci, ed il fine era trarre il meglio …

  • Dess

    Sicuramente mi diranno che è corretta perchè hanno modificato anche le info sul sito e ora dice 4 settimane, naturalmente quando ho aderito all’offerta erano 30 giorni.

  • Carlo Benedetti

    Sono io che ho affermato che la 3 è un operatore imbarazzante (salvo che adesso riguadagni qualcosa per essersi fusa con wind), e lo ribadisco in base, ovviamente, alle mie esperienze personali come pure di tanti altri, negative, per usare un eufemismo.
    Come diceva pure Mario Taddei, se uno ci si trova bene che ci rimanesse pure con 3, figuriamoci! Ognuno di noi ha l’operatore che più rispecchia le proprie esigenze. Quello che si tentava di dire era che le opinioni negative nei confronti di tre sono una marea, basta fare una semplice ricerca online per farsi un’idea. Ovviamente se uno si trova bene…beato lui! Ognuno dà le proprie opinioni in base soprattutto alle esperienze personali, non potrebbe essere altrimenti.

  • Giacomo Boldrini

    dovresti controllare il contratto, a volte anche con le offerte “paghi X fino a fine anno e dal 1028 paghi Y”…capita che si dimenticano di farlo sapere al cliente al momento della firma del contratto