Tim precisa di non avere mai ipotizzato una partecipazione all’asta di ieri per i diritti tv della Serie A 2018-2021


Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha annullato ieri, 10 Giugno 2017, l’asta per assegnare i diritti tv e online per le partite della Serie A per il triennio 2018-2021. Mediaset ha deciso di ritirarsi, invece, le proposte di Sky e Perform Group, erano più basse rispetto quello che si aspettava la Lega Calcio e Infront.

Pochi minuti fa, TIM, tramite un comunicato stampa, ha voluto precisare di non avere mai ipotizzato nè discusso la sua partecipazione all’asta di ieri, essendoci peraltro un pacchetto dedicato alla banda ultralarga.

TIM specifica che ha più volte ribadito, nei mesi scorsi, anche direttamente all’Amministratore Delegato di Infront, che i pacchetti per il digitale, come erano strutturati dal punto di vista dell’offerta e dei costi, non erano interessanti per TIM.

Telecom Italia ricorda, inoltre, di avere più volte dichiarato il proprio interesse per i diritti sportivi in un’ottica di sostenibilità economica, tenuto conto che ai costi dei diritti stessi si aggiungono, fra gli altri, quelli di segnale e di produzione, e coerentemente con l’avanzamento della copertura della fibra, pari oggi al 65%.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, Google+ e iscriviti gratis nel nostro canale @mondomobileweb dell'App Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus