Rimodulazione: da Giugno 2017 “nuovo costo di incasso” per gli abbonamenti Wind e Infostrada


Da Giugno 2017 nuova modifica condizioni di contratto per i clienti Wind in abbonamento e i clienti Infostrada di rete fissa. Wind introduce i costi di incasso sostenuti dall’operatore per emissioni delle fatture. L’importo sarà di 0,73 euro per ogni fattura emessa.

Le spese di incasso sono le spese che l’operatore sostiene per la gestione contabile e amministrativa delle fatture.

Anche Tre prevede, in alcuni casi, gli oneri di incasso per i suoi clienti abbonati. Infatti da alcuni anni è stato introdotto un nuovo addebito di 0,73 euro (iva inclusa) per ogni fattura emessa relativo al costo di incasso. Wind ha deciso quindi di adeguarsi a Tre.

Da Giugno 2017 aumenta anche il costo della spedizione della fattura cartacea. Il prezzo è di 1,23 euro (IVA inclusa) per ogni fattura spedita. Per evitare questo addebito, in qualsiasi momento è possibile attivare il servizio gratuito e-conto by mail, per ricevere la fattura in formato elettronico direttamente nella propria casella e-mail.

I clienti Wind interessati dalla modifica verranno preventivamente informati tramite comunicazione in fattura e come previsto dall’art. 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche potranno entro il 1° Giugno 2017 recedere dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione dandocene comunicazione con lettera raccomandata A.R. al seguente indirizzo: WIND Tre SpA, Servizio Disdette Casella Postale 14155, Ufficio Postale Milano 65, 20152 Milano.

Wind informa nel suo sito ufficiale: “La informiamo inoltre che, sempre a partire dal prossimo conto telefonico, le sarà addebitato un importo pari a 0,73 euro per i costi di incasso sostenuti da Wind […] Qualora decida di recedere e alla linea interessata dalla presente proposta di modifica sia associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto in corso di vigenza (telefono, Tablet, etc.), prima di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore potrà decidere se pagare le rate residue anche in un’unica soluzione, indicando tale scelta nella suddetta raccomandata. La invitiamo a contattare il servizio clienti 155 per eventuali chiarimenti.

Dal 24 Aprile 2017 cambiano anche le Condizioni Generali relative ai servizi Wind, in particolare Articolo 5 Corrispettivo del Servizio, Articolo 5.1 Elementi del Corrispettivo, Articolo 5.3 Fatture, Articolo 5.4 Termine e Modalità di pagamento. Dal 24 Aprile 2017 cambiano anche le Condizioni Generali relative ai servizi Infostrada.

Ecco alcuni parti delle nuove Condizioni Generali Relative ai Servizi Wind:

ART. 5.1 ELEMENTI DEL CORRISPETTIVO
Il corrispettivo dei Servizi forniti da WIND è costituito dalle seguenti voci, che potranno variare a seconda delle Condizioni Economiche applicabili:
– un importo forfettario a copertura del costo di attivazione del Servizio, delle operazioni di attribuzione del numero telefonico e di fornitura della Carta/Apparecchiatura;
– il canone di abbonamento per il Servizio;
– il corrispettivo delle comunicazioni in Italia, nonché quello delle comunicazioni effettuate o ricevute in Roaming Internazionale e l’eventuale corrispettivo addizionale per ciascuna
chiamata in Roaming Internazionale;
– il corrispettivo per l’eventuale utilizzo dei Servizi Complementari prescelti dal Cliente.
Salvo diverse disposizioni di legge, saranno altresì a carico del Cliente tutte le imposte e tasse previste dalla legislazione vigente. Sono gratuite le chiamate dirette ai numeri di emergenza delle forze dell’Ordine e ai servizi pubblici di emergenza.Sono altresì gratuite, nei casi di emergenza tecnica e di segnalazione guasti, le chiamate dirette al Servizio di assistenza tecnica di WIND, mediante l’apposito numero per la segnalazione di eventuali guasti o disservizi.

ART. 5.3 FATTURE
Il corrispettivo del Servizio sarà addebitato al Cliente mediante l’invio di fatture in esemplare unico, con cadenza bimestrale o con la diversa periodicità indicata da WIND. In particolare, i corrispettivi periodici saranno fatturati anticipatamente rispetto all’utilizzo del Servizio. L’invio della fattura avverrà nella modalità scelta dal Cliente tra le opzioni indicate nella Proposta di Contratto. WIND offre al Cliente un servizio gratuito di recapito della fattura via e-mail. Qualora richieda l’invio del conto telefonico per posta elettronica, il Cliente garantisce l’esclusiva titolarità ed accesso dell’indirizzo di posta elettronica, ne assume la piena responsabilità ed esonera WIND da qualsiasi responsabilità. In caso di mancata conferma del recapito della fattura in formato elettronico WIND invierà copia della fattura in formato cartaceo. Qualora il Cliente chieda che la fattura venga spedita in formato cartaceo, anziché visualizzata per via telematica, WIND addebiterà al Cliente i costi e gli oneri indicati sul sito www.wind.it. WIND, a richiesta del Cliente, indicherà in ciascuna fattura il dettaglio delle comunicazioni fatturate, secondo le forme e le modalità previste dalla normativa vigente e secondo quanto previsto dalle Condizioni Economiche applicabili.
Oltre alle indicazioni prescritte dalla normativa vigente, le fatture indicheranno:
– il numero di fattura;
– la data di emissione, il periodo di riferimento e la data di scadenza;
– i singoli elementi del corrispettivo indicati al precedente art. 5.1;
– le imposte e tasse previste dalla normativa vigente; i costi e gli oneri secondo quanto previsto dalle Condizioni Economiche applicabili;
– eventuali accrediti a favore del Cliente.

ART. 5.4 TERMINE E MODALITÀ DI PAGAMENTO
Il Cliente sarà tenuto a pagare gli importi indicati in fattura entro il termine essenziale ivi disposto. Il pagamento dovrà avvenire mediante addebito diretto in conto corrente bancario, a mezzo carta di credito, tramite versamento su conto corrente postale da effettuarsi presso gli uffici di Poste Italiane o presso gli eventuali Istituti di Pagamento indicati sul sito www.wind.it, ovvero con le altre modalità specificamente indicate da WIND. WIND addebiterà i costi di incasso comunicati di volta in volta nel proprio sito www.wind.it. Le fatture dovranno essere pagate per intero. Il pagamento parziale delle medesime non preclude a WIND l’attivazione dei rimedi di cui all’art. 5.5. Il Cliente è tenuto al pagamento dei canoni anche nei casi di sospensione del Servizio previsti dall’art. 5.5.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.




Vuoi ricevere tante informazioni e consigli utili della Telefonia Mobile? Iscriviti gratis al nostro canale ufficiale su Telegram!


Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • Antonino

    Si sono fusi per offrire il peggio di ognuno dei due.

  • Mi dispiace darvi in anteprima assoluta queste brutte notizie, ma devo per forza farlo 🙁 Questa idea del nuovo “costo di incasso” non mi piace per niente, avrei preferito (anche se sono contrario) l’aumento nel costo dell’offerta. In questo modo con l’introduzione di questo nuovo costo il prezzo proposto in commercio sarà sempre inferiore rispetto al prezzo finale del consumatore.

    Fonte Infostrada: http://www.infostrada.it/it/privati/assistenza/domande_frequenti/info_e_gestione_linea/modifiche_contrattuali/

    Fonte Wind: http://www.wind.it/it/privati/assistenza/info_e_copertura/wind_informa/informativa_riservata_a_tutti_i_clienti_wind/

    PS. Per un refuso nei siti ufficiali Wind e Infostrada è stato scritto “Giugno 2016”, ma si riferisce “Giugno 2017”.

    Buona Pasqua a tutti i lettori e utenti di MondoMobile.Club da parte mia e di tutto lo Staff di MondoMobileWeb

  • daniele

    Imbarazzante….costi di incasso? In altri termini, se ogni commerciante o fornitore mettesse un costo di incasso? Una tr***

  • wilmo17

    il problema è un altro , che ogni bastardata che qualcuno si inventa gli altri gli vanno dietro .

  • Matteo

    Lo schifo dello schifo…

  • Icaro Icaro

    un’ottima scusa per recedere dai loro contratti senza pagare penali…ma nel caso uno abbia anche nel contratto un cellulare a rate, come funzionerà la disdetta?

  • astralhd

    che cogli0ni .. ogni giorno se ne inventano una

  • Sergio Randelli

    Anch’io…….