Federconsumatori segnala all’AGCOM il “paradosso del credito residuo” di Vodafone


peopleFederconsumatori contro la modifica delle condizioni di alcuni servizi Vodafone. A partire da domenica 18 settembre 2016 verranno modificate le condizioni del 404, del 414 e di alcuni servizi per i clienti privati ricaricabili Vodafone. Il costo dell’offerta o della promozione sottoscritta non cambia, così come i minuti, gli SMS e i dati, eventualmente inclusi, restano invariati.

federconsumatoriIl 404, per ricevere credito residuo e ultimo addebito tramite SMS, non sarà più disponibile. Credito e contatori potranno sempre essere verificati sull’app My Vodafone o nel Fai da te su vodafone.it gratuitamente, oppure chiamando il 414 , che verrà tariffato secondo il piano della SIM. I minuti eventualmente inclusi nell’offerta o promozione non cambiano e non comprenderanno le chiamate al 414.

Federconsumatori, in un comunicato stampa, scrive:

“Batte ogni record di assurdità l’ultima trovata di Vodafone. La condotta di Vodafone viola palesemente la delibera dell’AGCOM 252/16/Cons, ‘Misure a tutela degli utenti tesa a favorire la trasparenza e la comparazione delle condizioni economiche dell’offerta dei servizi di comunicazione elettronica’, che prevede l’obbligo da parte dell’azienda di fornire all’utente, gratuitamente, ogni informazione utile alla comparazione ed alla scelta consapevole dell’offerta.

In alternativa a questa modifica unilaterale, Vodafone offre agli utenti unicamente la possibilità di recedere dal contratto entro 30 giorni. In definitiva al cliente non viene data la possibilità di rimanere con il profilo tariffario scelto e concordato con il gestore. Operando in tal modo, a nostro avviso Vodafone ha posto in essere non solo una pratica commerciale scorretta, ma anche un illecito, contravvenendo alla disposizione della delibera AGCOM citata.

Per questo abbiamo segnalato all’AGCOM tale comportamento, invitando l’Autorità ad intervenire prontamente per sanzionare questo ennesimo intollerabile sopruso da parte della compagnia.”

Anche noi di MondoMobileWeb.it abbiamo trattato l’argomento sulla delibera AGCOM 252/16/Cons, invitiamo i nostri lettori a leggere il nostro approfondimento “il servizio 414 diventerà a pagamento. Ecco le alternative per conoscere il proprio credito“.

 

Leggi anche:

Fonte Comunicato Federconsumatori

 

Se questa pagina di MondoMobileWeb ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, canale @mondomobileweb di Telegram, Google+ e iscriviti alla newsletter per ricevere tante informazioni e consigli utili! Se vuoi accettiamo anche una piccola donazione.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • The Mind

    Permettetemi il termine, ma è una idiozia far pagare per sapere quanto credito residuo si ha…siamo ai paradossi più assurdi…manco nel film “Inception”…

  • pinoginoo.cm

    Ma xchè far pagare le chiamate alla segreteria telefonica, il servizio ti ha cercato, la settimana di 28 gg etc……. ti sembrano cose normali……… ormai fanno quel che gli pare l’unica cosa che resta da fare per il consumatore è informarsi e cambiare operatore appena si sente puzza di bruciato….. tanto poi di base mettono tutti tariffe “mostruose” poi tra winback e offerte varie ti svendono lo stesso prodotto a 4 soldi…..

  • Francescomir

    Sì,la solita multa inutile ma il problema resta. Quale sarà la prossima mossa dei gestori? Sono talmente assurdi che è difficile prevederle…

  • HeyRicardo

    Lo hanno fatto anche TIm e Wind. Ad esempio ora Wind toglie i “super senzascatto” imponendo un canone mensile o un nuovo piano molto più costoso senza canone, impedendo di tenere il vecchio. TIM: vedi Tim Prime, stessa cosa, o un canone o passi a un piano più costoso. Le ricaricabili dovrebbero permettere di pagare ” a consumo”, invece tutto diventerà ad abbonamento, ossia a canone mensile. E sei pure obbligato a ricaricare una volta l’anno anche se hai credito…

  • HeyRicardo

    come minimo dovrebbero prevedere che chi non lo vuole usarem che lo possa disabilitare per non farlo per errore, essendo un cambiamento brusco di un’abitudine per tutti.

  • vitt

    è davvero un’assurdità. chi non ha lo smartphone e chi non usa internet come può conoscere il suo credito residuo? aspetta l’sms informativo Vodafone che il credito sta per esaurirsi? (se esiste ancora).
    io so già cosa accadrà. la prossima mossa sarà quella di addebitare le opzioni settimanalmente e non ogni 4 settimane. (come fa già 3).

    comunque è assurdo che nessuno intervenga. qualcuno dovrebbe obbligare vodafone a ripristinare il 414 gratuitamente per lo meno ai clienti che non hanno uno smartphone (e sono ancora molti, soprattutto anziani)…. bah.

  • vitt

    eh anche lì….. proprio non si capisce perchè le tariffe “ufficiali” siano 3, 4 volte quelle delle win back. e non si capisce perchè le win back siano sottoscrivibili da chiunque….. poi c’è il discorso delle win back ancora più scontate se provieni da un determinato gestore (sempre H3G)…. resto perplesso.