Ufficiale! Antitrust UE approva la fusione 3Italia-Wind grazie all’ingresso del nuovo operatore Iliad


telefoniamobile2017_it

A fine Marzo 2016 la Commissione Europea ha avviato un’indagine approfondita per valutare se la proposta di joint venture tra le attività di telecomunicazioni di CK Hutchison (3 Italia) e VimpelCom (Wind) in Italia è in linea con il regolamento UE sulle concentrazioni. Dopo il KO del matrimonio tra 3UK e O2 da parte della Commisisone Europea, Wind e 3Italia hanno pensato di vendere al gruppo Iliad (Free Mobile) alcuni dei loro asset italiani (frequenze e circa 5000 torri).

Dopo quasi 6 mesi di attesa e di strategie oggi 1° Settembre 2016 a Bruxeless la Commissione Europea Sezione AntiTrust ha approvato, ai sensi del regolamento UE sulle concentrazioni, la proposta sulla nuova Joint Venture italiana tra CK Hutchison (3Italia) e Vimpelcom (Wind) e l’ingresso del nuovo operatore Iliad (Free Mobile) in Italia.

MargretheVestager

Margrethe Vestager, Commissario Antitrust UE, comunica: “La decisione di oggi segue un esame approfondito della transazione che unisce WIND controllata di VimpelCom con la controllata di Hutchison H3G, rispettivamente il terzo e il quarto più grandi operatori nel dettaglio mercato mobile italiano. I rimedi strutturali efficaci offerti da Hutchison e VimpelCom affrontare completamente problemi di concorrenza della Commissione. Essi garantiranno l’ingresso sul mercato di operatore di telecomunicazioni francese Iliad come un nuovo operatore di rete mobile in Italia. Questo significa che le parti possono crescere e raccogliere i frutti di combinare i loro beni, mentre i clienti di telefonia mobile italiani continueranno a beneficiare di una concorrenza effettiva Questo dimostra che le aziende di telecomunicazioni in Europa possono crescere e consolidarsi all’interno dello stesso paese, con una concorrenza effettiva è conservata. Essa mostra anche che possano crescere con l’espansione transfrontaliera, come ad esempio Iliade in questo caso“.

La strategia di Hutchison (3 Italia) e VimpelCom (Wind) è stata vincente. Le parti hanno proposto rimedi che affrontavano pienamente le prime preoccupazioni della Commissione, vale a dire la cessione di attività sufficienti a consentire un nuovo concorrente di entrare nel mercato italiano come quarto operatore di rete mobile.

Le parti hanno proposto l’operatore di telecomunicazioni francese Iliad come un acquirente per tali attività. Iliade è il quarto operatore di successo nel mercato mobile francese e ha il know-how e competenze per operare, investire e innovare nel mercato italiano. La decisione di oggi approva anche Iliade come l’acquirente delle attività da smaltire da Hutchison e VimpelCom.

Più specificamente, ecco cosa succederà: 1) disinvestimento per il nuovo operatore di rete mobile di una certa quantità di spettro radio mobili della joint venture da diverse bande di frequenza (900 MHz, 1800 MHz, 2100 MHz e 2600 MHz); 2) il trasferimento e condivisione da parte della joint venture per il nuovo operatore di rete mobile di diverse migliaia di siti stazione base mobile; 3) accordo di transizione (per l’accesso a 2G, 3G e 4G, e le nuove tecnologie), consentendo il nuovo operatore di rete mobile di utilizzare la rete della joint venture per offrire ai clienti servizi di telefonia mobile a livello nazionale fino a quando il nuovo operatore di rete mobile ha costruito la propria rete di telefonia mobile.

Il trasferimento dei blocchi di spettro e siti stazione base mobile consentirà il nuovo operatore di rete mobile a sviluppare e implementare la propria rete di telefonia mobile in Italia e operare come una quarta operatore di telefonia mobile, la fornitura di servizi di telefonia mobile di vendita al dettaglio per i consumatori e offrire servizi di accesso all’ingrosso ad eventuali nuovi operatori virtuali.

Margrethe Vestager comunica: “Il mercato della telefonia mobile italiano è attualmente competitivo, con quattro operatori di rete mobile – H3G, Wind, TIM e Vodafone. Oltre ai quattro operatori di rete mobile, ci sono un numero limitato di operatori mobili “virtuali” attivi nella vendita al dettaglio mercato mobile italiano, il più grande dei quali PosteMobile e Fastweb. Questi operatori mobili virtuali non possiedono le reti che utilizzano per fornire servizi di telefonia mobile per i consumatori italiani. Invece, essi sono entrati accordi con uno degli operatori di rete mobile di utilizzare la loro rete a prezzi all’ingrosso.

Commentando l’approvazione da parte della Commissione Europea, Canning Fok, CK Hutchison Group Co-Managing Director, ha dichiarato: “Oggi è un grande giorno per il mercato e per i consumatori italiani. Questa joint venture sbloccherà investimenti significativi nell’infrastruttura digitale italiana e darà vita ad un’azienda con dimensioni e forza per fornire servizi di telecomunicazioni innovativi e di qualità, con maggiore affidabilità, velocità e copertura di rete. La joint venture garantirà al mercato italiano delle telecomunicazioni, quarto per dimensioni in Europa, una posizione di leadership nell’economia digitale globale“.

Per Jean-Yves Charlier, Chief Executive Officer (CEO) di VimpelCom: “Il merger creerà un operatore mobile leader in Italia, finanziariamente solido, che beneficerà delle importanti sinergie derivanti dalla fusione tra il terzo e il quarto operatore. La joint venture potrà contare anche su un livello di debito più sano e sarà in grado di ottenere una significativa riduzione della leva finanziaria nel medio termine. Una volta completata l’operazione, la nuova realtà non solo sarà positiva per i clienti e per l’economia italiana, ma porterà valore anche ai nostri azionisti nel lungo termine“.

 

CK Hutchison e VimpelCom esprimono soddisfazione per l’approvazione della Commissione EU della nuova Joint Venture tra Wind e 3 Italia

pennaIn un comunicato stampa unico CK Hutchison Holdings Ltd. (“CK Hutchison”), azionista di 3 Italia, e VimpelCom Ltd. (“VimpelCom”), azionista di Wind Telecomunicazioni S.p.A. (“WIND”), esprimono soddisfazione per la decisione della Commissione Europea di approvare la joint venture paritetica che farà nascere l’operatore mobile leader in Italia.

Nel comunicato stampa scrivono: “L’integrazione di 3 Italia e WIND creerà, infatti, un nuovo e più forte operatore, con oltre 31 milioni di clienti nel mobile e 2,8 milioni nel fisso (di cui 2,5 milioni broadband), che aumenterà il livello competitivo del settore e sarà in grado di soddisfare i rapidi cambiamenti di mercato, come la crescente domanda di dati e di servizi digitali.

La capacità finanziaria e la dimensione industriale della nuova realtà, con 21.000 siti e una maggiore disponibilità di frequenze, permetteranno di fornire servizi innovativi e di qualità ai clienti business e consumer in Italia. I clienti beneficeranno anche di una migliore copertura di rete, di una più veloce diffusione dell’ultra broadband mobile (4G/LTE), oltre che di una maggiore affidabilità e velocità di download.

Il nuovo operatore che nascerà dalla joint venture beneficerà di significative economie di scala e di sinergie che permetteranno di sbloccare investimenti per 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali in Italia. Inoltre, il contributo fornito dalla joint venture allo sviluppo della banda ultra larga mobile giocherà un ruolo importante nel conseguimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale varata dal Governo italiano, che prevede di portare 100 Mbps all’85% della popolazione entro il 2020. L’investimento sarà anche complementare al progetto Enel Open Fiber, già sostenuto da WIND.

L’integrazione realizzerà importanti efficienze per un valore attuale di oltre 5 miliardi di euro, al netto dei costi di integrazione. I ricavi complessivi delle due società nel 2015 ammontavano a 6,25 miliardi di euro. Il merger, in generale, rappresenta una delle più grandi operazioni di M&A realizzate in Italia dal 2007. Il completamento dell’operazione, soggetto all’approvazione degli organi regolamentari nazionali, dovrebbe realizzarsi entro il quarto trimestre del 2016.

Fonte1 e Fonte2

Leggi anche: Fusione Joint Venture Wind e 3Italia: il punto della situazione

 

Se questa pagina di MondoMobileWeb ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, canale @mondomobileweb di Telegram, Google+ e iscriviti alla newsletter per ricevere tante informazioni e consigli utili! Se vuoi accettiamo anche una piccola donazione.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • GiByMobile

    Ecco una lettera inviata da 3Italia ai suoi dealer: “L’approvazione della JV da parte della Commissione Europea rappresenta un passo fondamentale nel processo di integrazione di 3 e Wind che dovrebbe concretizzarsi nel quarto trimestre 2016. Fino ad allora, le due aziende continueranno ad operare separatamente e a competere sul mercato, ciascuno con le proprie offerte e la propria rete commerciale. Pertanto, da ora e per i prossimi mesi, il nostro obiettivo rimarrà quello di una continua crescita sul mercato, sicuri di poter contare – come sempre – sulla vostra competenze e passione che ci hanno permesso di raggiungere insieme i traguardi importnati che hanno caratterizzato la nostra storia.”

  • Nardi

    Ma quando è arrivata questa lettera ai dealers ? Da quello che capisco si faranno “concorrenza” sino al 30 settembre e poi non più visto che l’integrazione è prevista nel quarto trimestre (ottobre-dicembre).

  • GiByMobile

    E’ arrivata pochi minuti dopo l’ok della Commissione Europea Sezione Anti-Trust

  • Nardi

    Pensate che porterà vantaggi ai consumatori ? Secondo me dietro la francese che farà da quarto operatore c’è sempre qualcuno dei grossi. Tanto per fare un esempio di mancanca di reale concorrenza scommettiamo che a breve anche gli altri mettono un costo per avere il 4G come 3 italia?

  • GiByMobile

    Secondo me all’inizio ci saranno comunque vantaggi ai consumatori, poi quando la situazione si stimerà ci saranno aumenti. Questo ovviamente è il mio pensiero. L’ingresso di Iliad è una bella notizia. Free Mobile ha ucciso il mercato di tanti piccoli operatori virtuali in Francia, le sue offerte sono molto aggressive. Da quello che si legge nelle condizioni dell’Antitrust UE il quarto operatore del gruppo iliad (brand Free Mobile) all’inizio dovrà essere sostenuto dalla nuova JV Wind-3Italia. Oggi ci sono da leggere 2 notizie: fusione storica tra 3Italia e Wind ma l’ingresso di un nuovo operatore mobile. In pratica le novità saranno doppie.

    Non credo altri decidono di mettere un costo per avere 4G. Non ha senso fare queste differenze. Ricordiamoci Vodafone sta facendo una grande modifica unilaterale su alcuni servizi (riuscirà prendere tanti 40 centesimi per ogni chiamata al 414). Comunque 3Italia ha prorogato Opzione 4G gratis ai nuovi clienti per tutto Settembre 2016.

    Io credo sarà più facile spostare gli utenti da 3Italia a Wind, anzichè viceversa. Dopo il ritardo dell’OK dell’Unione Europea, dobbiamo aspettare poco prima di capire cosa succederà.

  • Nardi

    Io credo che solo utenti molto marginali (esempio anziani) utilizzeranno servizi con Roaming (free Mobile). Con telefoni di nuova generazione il roaming abbassa molto la stabilità e la qualità del servizio nonchè l’utilizzo della batteria.
    ho fatto numerosi test , nessuno ne parla, un telefono che fa roaming tra 3 e Tim consuma il doppio dello stesso telefono utilizzato solo con Tim o Vodafone.
    la rete Wind in diverse zone ha una copertura estesa ma una qualità del segnale veramente molto bassa.

  • Dionisio

    Ho finalmente che bella notizia! Solo in italia non cè mai concorrenza con monopolio sulle tariffe sempre altissime rispetto all’estero! SOLO 4 operatori principali contro l’estero dove in francia, germania,, inghilterra le tariffe sono mooooltoo più basse e cè molta pià concorrenza (vedasi
    Vectone Mobile, orange, free mobile, yoigo, movistar, ringo mobile, tesco mobile, virgin mobile, symyo, dove con 10€ ma anche meno hai un piano con minuti/sms e internert decente)!

    Per farvi un esempio vectone mobile in inghilterra offre a SOLI 10£ 3000 minuti/sms e 3GB!!

    In italia minimo 40€, ti spelano. Solo per citare un esempio quindi ben venga la concorrenza e l’investimento in italia e sicuramente vedrai come i prezzi calano!

    Quindi speriamo che free mobile dia del filo da torcere a questi qua, magari abbassano i prezzi ma in italia fanno i furbi. basta vedere cosa hanno escogitato in fatto di roaming e le nuove tariffe a 28 giorni!!!

    Quindi dico viva la concorrenza e i prezzi più bassi, in spagna e francia e strapieno di operatori virtuali e ne nascono di continuo strappando maercato ai big con prezzi agressivi, spero avvenga anche in italia alla faccia di tim & co! Vedi come abbassano in fretta anche i loro listini!

    Anche quando è stata lancita bip mobile i prezzi sono crollati e cera più concorrenza 😉

    Inoltre vi svelo anche una chicca in esclusiva, vectone mobile di cui parlavo prima sbarcherà anche in italia entro fine 2016 dopo la slovenia, approda anche in italia e svizzera!!!

    Quindi cari italiani preparatevi per 2017 straricco di super offerte e novità! 😉

  • Cassiopea

    Il roaming di Iliad sarà paritetico su tutta la nuova infrastruttura Wind-H3G e pertanto non comporterà alcuna differenza. Alla fine degli anni Novanta Wind aveva roaming paritetico sulle reti Tim e Omnitel e non vi era alcuna differenza in termini di rete e prestazioni della batteria.

    La sfida della joint-venture sarà il miglioramento della qualità del servizio perché in molte aree il segnale Wind è inutilizzabile e il segnale H3G è assente.

  • Underdog

    Io spero solo che l’avvento di Iliad Free o come si chiamerà in Italia non vada ad interferire con le offerte fatte dagli operatori virtuali che,a mio avviso,sono gli unici(con tutti i loro limiti)che contengono la salita continua dei prezzi.Se le offerte commerciali del nuovo operatore saranno in diretta competizione con gli MVNO la vedo nerissima,i virtuali rischiano di sparire ed il mercato sarà diviso in due:grandi operatori a prezzi sempre più salati da una parte e dall’altra Free che si accaparrerà tutti gli altri.D’altra parte non c’è da farsi grosse illusioni,con milioni di babbei che pagano tariffe assurde senza battere ciglio solo per poter dire”vado in 4G”(invece di pretendere una ottima 3g OVUNQUE)non ci saranno mai movimenti di massa di utenti da un operatore all’altro.Gli italiani seguono le mode,e se la moda dice che TIM o Vodafone “si portano” allora tutti a pecorona a pagare.

  • Nicola

    Scusate, per caso qualcuno ha notizie certe se con l’unione tra tre e wind i clienti wind potranno utilizzare il 4G in frequenza diversa dall’ 800Mhz?

  • sardegna e-commerce

    La tim con 10euro minuti illimitati e 3 gb non mi sembra male guarda bene…

  • Dionisio

    si ma senza i messaggi, però! Non che si usano molto oggi grazie alla messaggistica, però non tutti usano i programmi di chat, quindi ben venga anche un minimo di sms! 😉

  • Nardi

    Gli operatori virtuali hanno un servizio qualitativamente basso rispetto agli operatori. Quindi è sicuramente ottima notizia per svuotare le reti 4G di utenti marginali. Spero gli diano un roaming non paretitico come spesso avviene. Chi ha necessità di alte priorità e navigazione da minimo 40MB simmetriche è abbastanza stufo di disfunzioni dovute a cellule piene!

  • Nardi

    Anche 7 euro si trova …. Dionisio dici cose parzialmente vere…. parli di 40 euro! Ma chi mai le pagherà se non quelli che dormono!

  • Nardi

    Paritetico a Wind-H3G non è una buona notizia vista la scarsa qualità della rete Wind….. lenta, parde pacchetti interi, Ping penoso, voce compressa ….. Ve ne posso raccontare decine di disfunzioni della rete Wind e 3…. Non riescono a genstire bene manco il sistema di passaggio tra celle mentre si viaggia (c.d. “over Cell”).

  • Dionisio

    si lo so anche a 6€ però come winback per pochi e non come prezzo di mercato! 😉
    Se queste winback fossero offerte normali quindi a prezzi concorrenziali sul mercato sarebbe tutt’altra storia, questo intendo! Io di certo non ci vado a rimettere assolutamente, sono giovane e sveglio quindi so come districarmi e scegliere le migliori offerte al monento sul mercato (win back appunto), però tanti non lo sanno e pagano per i frati, per carità nulla in contrario però…quello che manca dico è la concorrenza dei prezzi trai i big del mercato italiano in confronto a quello estero! 😉

  • sardegna e-commerce

    Aggiungi 2 euro ed hai sms illimitati pure

  • Dionisio

    si ma sono sempre 12€, alla faccia della convenienza. Lo so anch’io che si possono aggiungere dei pacchetti alle offerte, però 1 sono assai cari e 2 perdi la “conenienza” dell’offerta attiva qual’ora ci fosse! 😉

    Ho sfogliato le varie tariffe proposte dai competitor stranieri e non cè parogone in confronto ai nostri! 😉

  • sardegna e-commerce

    Dai 12 euro non mi sembra un furto per un offerta così … Hai miei tempi una chiamata costava fino a quasi 2 milalire al minuto…. Con Tim.
    Comunque sempre come consiglio fai come me senza sms 10 euretti al mese e via chiami a più non posso e per i messaggi usi w o altro e via. Saluti

  • ME LA

    Sei WIND? passa a VODAFONE: con soli 7 euro al mese ti diamo 1000 minuti verso tutti e 3 GIGA di internet alla velocità di 4 G, per sempre! NON CI SONO COSTI DI ATTIVAZIONE! E’ tutto completamente gratuito! Manda il tuo numero a melazy90@hotmail.com e verrai subito contattato.