Quanto costa una nuova sim ricaricabile senza vincoli con Tim, Vodafone, Wind e 3Italia?


simIl costo di attivazione di una nuova SIM prepagata senza vincoli è diverso per ogni operatore di telefonia mobile, in ogni caso può essere anche diverso rispetto al canale di vendita utilizzato. Quando si attiva una nuova sim prepagata è possibile non scegliere alcuna opzione o promozione da attivare, in questo caso sarà applicato il profilo tariffario base a consumo per chiamare, inviare messaggi e per navigare. I profili tariffari base dei gestori di rete sono molto più cari rispetto al passato perchè i gestori di telefonia mobile preferiscono che i consumatori attivino opzioni, promozioni o pacchetti in cui possano essere inclusi minuti, sms e dati per navigare in Internet con il proprio smartphone e/o tablet. Questo permette al consumatore – ma è più una illusione indotta – di avere la percezione di un buon prezzo.

Quelli che per navigare usano lo Smartphone devono necessariamente attivare un’offerta con bundle dati disponibile altrimenti si rischia di rimanere subito senza credito nella sim prepagata. Le promozioni sono dedicate anche ai clienti ricaricabili che desiderano ricaricare il cellulare tranquillamente, secondo le loro necessità, pagando in anticipo il canone previsto.

minisimQuesta è la direzione nel mercato della telefonia mobile in Italia perché consente al gestore telefonico di incassare immediatamente il canone settimanale o mensile dal proprio consumatore. Da qualche tempo poi, sono stati varati anche canoni con la scadenza per il rinnovo fissata in 4 settimane: così facendo i gestori di telefonia mobile guadagnano senza colpo ferire una tredicesima mensilità all’interno del singolo anno. Le offerte più richieste sono quelle con minuti, sms e dati, ma in questo ultimo periodo alcuni gestori di telefonia mobile consigliano di attivare offerte solo con minuti e dati. In alternativa ci sono anche le offerte solo con bundle dati che sono consigliate per navigare con il proprio tablet ma si possono anche utilizzare nel proprio smartphone (se la sim di alcuni gestori è solo dati non si può chiamare e ricevere telefonate ma si possono inviare e ricevere gli SMS).

Le tariffe low-cost a consumo esistono ancora e si possono trovare presso qualche gestore virtuale, ma sono adatte a chi il cellulare lo usa veramente poco o solo in alcuni momenti dell’anno.

formatosimQuando si attiva una nuova SIM ricaricabile in alcuni casi è previsto anche il costo di attivazione della SIM. Se si sceglie un opzione, una promozione o pacchetto da attivare oltre il canone anticipato da pagare in alcuni casi è previsto anche un costo di attivazione dell’offerta. Il consumatore può anche scegliere di attivare più opzioni per personalizzare la propria offerta secondo le proprie esigenze. Proprio per questo quando si attiva una nuova sim ricaricabile oltre il costo di attivazione della SIM è consigliato effettuare una ricarica dell’importo necessario per coprire il costo totale di spesa iniziale (costo di attivazione SIM, eventuali costi di attivazione delle offerte scelte, eventuali costi dei canoni anticipati delle offerte scelte). Alcune volte non è necessario effettuare la ricarica, ma molti rivenditori di SIM secondo la testimonianza dei nostri utenti obbligano a una prima ricarica contestualmente all’acquisto della nuova sim. Anche l’importo della prima ricarica è deciso a discrezioni del rivenditore.

call-centerInvece se si accetta l’attivazione di una nuova scheda ricaricabile, con richiesta di portabilità del numero e con una determinata promozione tramite la vendita a distanza con il Servizio Vendita Mobile di un qualsiasi operatore di telefonia mobile in Italia, il prezzo è uguale per tutti. In alcuni casi sarà necessario effettuare una ricarica successiva per coprire il costo iniziale della spesa da sostenere per utilizzare la sim ricaricabile. Ogni gestore di telefonia mobile se si possiede una sim ricaricabile con credito negativo anche se con il canone anticipato pagato e il bundle disponibile, non permette di utilizzare l’offerta, quindi è necessario ricaricare.

Ricordiamo che per attivare una  nuova linea ricaricabile è necessario provvedere alla registrazione dei dati anagrafici personali. Quando si attiva una nuova SIM ricaricabile è consigliabile informarsi circa eventuali servizi accessori che vengono attivati gratuitamente per un primo periodo, ma poi successivamente si rinnovano a pagamento se non vengono disattivati.

 

Adesso analizziamo i costi di attivazione tramite rivenditore fisico per ogni operatore di telefonia mobile di rete:

– Il costo di attivazione di una sim TIM ha un costo di 10 euro con 5 euro di traffico incluso. In alcuni casi ci sono anche le sim al costo di 5 euro con 1 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si devono pagare direttamente al rivenditore solo per il primo canone anticipato. In promozione in alcuni Negozi potete trovare sim anche senza costi di attivazione ma è necessario effettuare una prima ricarica contestuale all’acquisto (importo è deciso a discrezioni del rivenditore).

– Il costo di attivazione di una sim VODAFONE ha un costo di 10 euro con 5 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si pagano col credito residuo, quindi è necessario sostenere una prima ricarica per utilizzare l’offerta. In promozione in alcuni negozi si possono trovare anche sim gratuite o sim senza costi di attivazione ma è necessario effettuare una prima ricarica contestuale all’acquisto (l’importo è a discrezioni del rivenditore).

– L’attivazione di una sim WIND ha un costo di 10 euro con 1 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si pagano col credito residuo, quindi è necessario sostenere una prima ricarica per utilizzare l’offerta. In promozione in alcuni Negozi si possono trovare anche sim senza costi di attivazione ma è necessario effettuare una prima ricarica contestuale all’acquisto (l’importo è a discrezioni del rivenditore).

– Il costo di attivazione di una sim 3ITALIA ha un costo di 5 euro con 0 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si pagano col credito residuo, quindi è necessario sostenere una prima ricarica per utilizzare l’offerta. In promozione in alcuni Negozi 3Store si possono trovare anche sim senza costi di attivazione ma è necessario effettuare una prima ricarica contestuale all’acquisto (l’importo è a discrezioni del rivenditore).

 

Adesso analizziamo i costi di attivazione tramite la vendita a distanza con pagamento in contrassegno da pagare al corriere:

– Il costo di attivazione di una sim TIM a distanza ha un costo di 20 euro con 15 euro di traffico incluso. Il costo dell’offerta scelta si paga col credito residuo.

– Il costo di attivazione di una sim VODAFONE a distanza non è previsto, la sim ha un costo di 0 euro con 0 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si pagano col credito residuo, quindi è necessario successivamente ricaricare per utilizzare l’offerta.

– Il costo di attivazione di una sim WIND a distanza ha un costo di 10 euro con 1 euro di traffico incluso. E’ necessario acquistare una ricarica di 10 euro. Quindi il costo diventa 20 euro con 11 euro di traffico incluso. Il costo dell’offerta scelta si paga col credito residuo.

 

Adesso analizziamo i costi di attivazione con pagamento anticipato (carta di credito, paypal e bonifico bancario) tramite il sito ufficiale del gestore:

– Il costo di attivazione di una sim TRE a distanza ha un costo di 20 euro con 20 euro di traffico incluso. Le eventuali opzioni o promozioni da attivare si pagano col credito residuo.

 

Raccontateci nei commenti la vostra esperienza sui costi di attivazione di una nuova SIM Ricaricabile. MondoMobileWeb è un sito interattivo ad uso dei consumatori creato dai consumatori italiani nel mercato della telefonia mobile in Italia e punta sull’interferenza costruttiva e vuole essere strumento nelle mani degli stessi lettori e terreno di scambio di idee, opinioni, proposte.

Pagina aggiornata 17 Giugno 2016

 

Se questa pagina di MondoMobileWeb ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, canale @mondomobileweb di Telegram, Google+ e iscriviti alla newsletter per ricevere tante informazioni e consigli utili! Se vuoi accettiamo anche una piccola donazione.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.




Vuoi ricevere tante informazioni e consigli utili della Telefonia Mobile? Iscriviti gratis al nostro canale ufficiale su Telegram!


Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • Tiwi

    nell’ultimo anno ho cambiato tutti e 4 i gestori (anche grazie a mondomob che mi aggiornava sulle offerte winback):
    -passaggio a tim (novembre 2014): special 1000 con corriere, 10 o 15 euro con 10 di credito (primo mese pagato su credito residuo);
    -passaggio a vodafone (febbraio 2015): special 1000 con corriere, sim gratis (o 10 euro) con primo mese gratis;
    -passaggio a wind (febbraio 2016): AI 1000 con corriere, 20 euro con 11 di credito (primo mese pagato con credito residuo);
    -passaggio a 3 (aprile 2016): All in 400 x te da negozio, 35 euro con 30 di credito (prima sett pagata con credito residuo). In più mi hanno regalato una sim dati 3 con 2gb x una settimana..

  • HeyRicardo

    Le considerazioni iniziali dell’articolo, chiaro, preciso e molto opportuno, mi permettono di sottlineare come, a mio parere, la natura “ricaricabile” delle SIM sia stata completamente snaturata da una strategia comune di costringere con profili tariffari gonfiati, a sottoscrivere piani a canone mensile, che una persona onesta chiamerebbe “abbonamento”, invece spacciati per ricaricabili.
    Di ricaricabile non è rimasto nulla, visto che in origine il senso era di parlare/pagare a consumo (invece sei costretto a ricaricare anche solo per tenere attiva una scheda, come se non bastasse rilevare l’ultima chiamata per dedurre che è in uso, e benchè non necessario finchè uno ha credito residuo; ma in realtà è un trucco per fare cash alle spalle delle persone oneste, gli utenti).
    E per di più. se uno finisce i minuti del pacchetto non è detto che continui a parlare con il suo profilo, ma viene tariffato con un profilo diverso spesso anche peggiore.
    Varrebbe la pena parlarne di più, e cercare quegli operatori virtuali di cui si accenna nell’articolo che ancora offrono piani a consumo convenienti.

  • MartinScortese

    cinque punti vendita, la wind me ne chiedeva 25 per una sim (con pacchetto mensile incluso).
    La tre 25 con 20 euro di ricarica, online 20… bah

  • angelo90

    Salve a tutti, sono andato in un centro tre per attivare una buova sim ricaricabile e mi hanno chiesto 5€ di sim 20€ di ricarica e 9€ dicono che verranno scalati dal credito perche ho attivato una nuova linea a voi vi risulta?

  • HeyRicardo

    valuta se ti conviene fare una sim di un operatore virtuale. Se poi la passi a tre da uno dei punti di presenza nei centri commerciali non paghi la sim e neanche la portabilità..ma so che devi stare con loro 30 mesi (e al massimo pagare 20 euro solo se recedi in anticipo). A me hanno proposto 5 euro e 500 min/500 msg e 4GB al mese

  • Claudio Pappalardo

    Infatti è così

  • HeyRicardo

    con ringomobile la regalavano con 5€, puoi vedere dal loro estore se c’é ancora..ciao

  • HeyRicardo

    Vodafone é la piú cara, addirittura vuoi rifare una sim con loro? se proprio ci tieni ti attivi una sim con qualche operatore virtuale tipo ringomobile o noitel (parleresti a 5c al minuto ( e scatto 5) col piano base anche se non attivi promozioni). Cito anche il piano coopvoce a 1c ma con scatto di 10.