Delibera Agcom sulla controversia tra 3 Italia, Telogic ed i suoi gestori virtuali


agcomNel Maggio 2012 Telogic Italy S.R.L, operatore mobile virtuale sul mercato italiano come aggreggatore e abilitatore di altri operatori virtuali (MVNE), ha effettuato un accordo con l’operatore di rete H3G (3 Italia) per acquistare il traffico telefonico e i servizi correllati, rivenderli a tutte le aziende interessate ad entrare nel mercato dei MVNO, con licenza ESP (Enhanced service provider) o ATR (Air time reseller).

Attraverso detto accordo, di fatto, e’ stato introdotto in Italia un modello di business finalizzato a mettere a disposizione delle aziende interessate, come gli MVNO istanti, ad operare in qualità di operatore mobile una piattaforma di servizi nei sistemi di 3 Italia, con la quale Telogic ha potuto rivendere a MVNO anche di piccole dimensioni,  il traffico (voce, messaggistica e dati) acquistato all’ingrosso dalla stessa 3 Italia in modalità wholesale. Con tale accordo, di fatto, Telogic ha potuto offrire ai clienti la fornitura di Sim Card brandizzate; l’attivazione e gestione dei clienti; la gestione delle tariffe dedicate; il billing e i sistemi di supporto a i clienti (customer care). Grazie questo nuovo business sono nati Bip Mobile, Noi Tel Mobile, Samtel, Digitel Italia Mobile ed altri gestori virtuali.

In data 24 Maggio 2013, quindi ad un anno dall’accordo, H3G informa Telogic, comunicando la notizia anche all’AGCOM, di sospendere il servizio qualora non avesse adempiuto entro 15 giorni ai propri obblighi di pagamento. Telogic comunica ai suoi clienti (MVNO) la notizia.

Quindi Digitel Italia S.P.A, Alpha Telecom Italia S.p.A, NoiTel S.R.L., ICS Italia S.R.L, Pluscom S.A.S., San Michele Communication S.R.L. creano una controversia tramite l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) nei confronti di H3G S.P.A. e Telogic Italy S.R.L. in materia di obblighi di continuità della fornitura di servizi di accesso ed interconnessione.

AGCOM dopo aver studiato il caso Telogic, l’11 Ottobre 2013 crea Delibera N. 549/12/CONS per adozione di misure cautelari, garantire l’obbligo di continuità della fornitura di servizi di accesso ed interconnessione per i clienti finali (consumatori) ignari di tutta questa storia. In questo modo i gestori virtuali (ATR e ESP) possono avere più tempo per organizzarsi.

Noi vi invitamo leggere direttamente Delibera N. 549/12/CONS per conoscere bene tutta la storia in tutte le sue parti, sono 21 pagine molto interessanti per chi ama il mondo della telefonia mobile. Molto importante anche il ruolo di Bip Mobile in tutta questa storia. Speriamo la controversia viene risolta nei migliori dei modi, soprattutto nel rispetto del consumatore.

AGCOM, grazie alla delibera n.549/13/CONS, ha creato un precedente importante nel settore delle comunicazioni elettroniche, per la costruzione di un regolamento di questo nuovo mercato.

Il caso non è chiuso, alcuni gestori virtuali ATR in questi giorni stanno cambiando MVNE.  Come andrà a finire?

Abbiamo deciso di non pubblicare il testo della Delibera n.549/12/CONS perchè leggendo direttamente 21 pagine dal sito ufficiale dell’AGCOM si può capire in modo chiaro tutta la dinamica del caso. Il testo di questa pagina riporta alcune informazioni di Telogic  tratte dal sito cugiacuomo.it

 

Se questa pagina di MondoMobileWeb ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, canale @mondomobileweb di Telegram, Google+ e iscriviti alla newsletter per ricevere tante informazioni e consigli utili! Se vuoi accettiamo anche una piccola donazione.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus