Nuove tariffe Vodafone: l’analisi di MondoMobile


MondoMobile ha analizzato per voi le nuove tariffe Vodafone, che saranno presentate a brevissimo, per valutarne la convenienza e fornirvi eventuali consigli d’uso.

Cominciamo dalla prima tariffa proposta : Vodafone Free You&me, tariffa che consente di attivare gratuitamente l’opzione You&me voce a fronte di una ricarica mensile di almeno 5 euro. Diciamo subito che una tariffa del genere era attesa da anni dai clienti Vodafone più affezionati. Peccato che il gestore rosso abbia tradito del tutto le aspettative, Vodafone Free You&me consente infatti di chiamare soltanto il numero prescelto, altrimenti diventa costosissima: tariffa a scattoni con scatto alla risposta di ben 16 centesimi.
In definitiva Vodafone Free You&me va bene per quei clienti che chiamano la persona amata utilizzando una seconda scheda solo per quel tipo di chiamata (molti lo fanno già con Wind). In questo caso è possibile risparmiare 3 euro rispetto al canonico You&me Parole e Messaggi e in più si può fare qualche breve telefonata nei casi di emergenza.
Sostanzialmente con 60 euro l’anno è possibile parlare “senza limiti con la persona desiderata.

La seconda offerta, denominata Free You&friends, consente di chiamare gratuitamente 3 amici Vodafone (10 se si scelgono gli amici tramite il sito Vodafone) a fronte di una ricarica mensile di almeno 15 euro. La tariffa nominale è identica a quella applicata alla Free You&me.
Francamente è difficile trovare un giusto target per questo genere di tariffa, infatti una spesa di 15 euro mensili comporta un impegno abbastanza gravoso, considerando gli scarsi benefici. Un’analisi più dettagliata dimostra però che anche questa tariffa può essere conveniente per qualcuno: ci riferiamo in particolare a chi utilizza il cellulare per navigare. In quel caso la ricarica può essere utilizzata per attivare l’offerta web e nel contempo si ottengono chiamate gratuite verso gli amici Vodafone. Ricordiamo infatti che l’opzione Free You&friends, così come la Free You&me, non prevede alcun costo aggiuntivo ed alcun canone. Per fare un esempio d’uso chi utilizza il cellulare come modem di notte può attivare la relativa offerta web (costo 15 euro) e sfruttare la scheda per chiamare qualche amico di giorno. Purtroppo anche in questo caso diamo per scontato che l’uso sia quello di SIM secondaria, impensabile utilizzarla per chiamate generiche.

Veniamo infine alle ultime due tariffe proposte e già disponibili sul mercato: Vodafone Senza Scatto è il classico specchietto per le allodole, infatti lo scatto (di 15 centesimi al minuto) è sempre presente. Semplicemente non è previsto lo scatto aggiuntivo alla risposta. Inoltre la tariffa nominale è di 15 centesimi al minuto solamente se si effettua una ricarica mensile, altrimenti il costo sale a 25 centesimi. Va anche peggio con la Vodafone al secondo, che è realmente priva di scatti ma prevede una tariffa di ben 20 centesimi al minuto, solo se si effettua una ricarica mensile, altrimenti il costo sale a 30 centesimi.

Non rimane da fare che un’analisi conclusiva: il 2010 per Vodafone parte nel peggiore dei modi, l’offerta non è per nulla aggressiva e prevede in ogni caso la necessità di effettuare una ricarica mensile per attivare opzioni o tariffe ridotte che rimangono comunque poco accattivanti. Da notare inoltre che eventuali promozioni, in Italia e soprattutto all’estero con Vodafone Passport, prevedono la tariffazione a prezzo pieno anche se si è effettuata la ricarica mensile.

Marco Medori

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, Google+ e iscriviti gratis nel nostro canale @mondomobileweb dell'App Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus